Ufficiali del 30° Gruppo Bombardamento

Ufficiali del 30° Gruppo Bombardamento


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Ufficiali del 30° Gruppo Bombardamento

Questa immagine mostra un gruppo di ufficiali del 30th Bombardment Group. Da sinistra a destra vediamo il tenente Vandenhoof, il tenente Dilkey, il tenente Sean, il tenente colonnello Edwin B Miller (comandante del gruppo dal 30 agosto 1943 al novembre 1944, John Marie Robert Audette ("me"), il tenente Levesque (?) e il tenente Boone.

Molte grazie a Robert Hall per averci inviato queste immagini, che sono arrivate da suo suocero, il tenente colonnello John Marie Robert Audette, un ufficiale dell'intelligence nel Pacifico, in servizio con il 38th Bombardment Squadron, 30th Bombardment Group.


30° Gruppo di Bombardamento della Seconda Guerra Mondiale

Posizione. 39° 0.979′ N, 104° 51.31′ W. Marker si trova nella United States Air Force Academy, in Colorado, nella contea di El Paso. Marker si trova nel cimitero dell'Accademia dell'aeronautica degli Stati Uniti, su Parade Loop a ovest di Stadium Boulevard, sulla destra quando si viaggia verso ovest. Tocca per la mappa. L'indicatore si trova in quest'area dell'ufficio postale: USAF Academy CO 80840, Stati Uniti d'America. Tocca per le indicazioni stradali.

Altri marcatori nelle vicinanze. Almeno 8 altri indicatori sono raggiungibili a piedi da questo indicatore. 379° Gruppo Bombardieri (H) (qui, accanto a questo segnalino) Piloti di alianti della seconda guerra mondiale (qui, accanto a questo segnalino) 306° Gruppo Bombardamento (H) (qui, accanto a questo segnalino) 95 ns Gruppo di bombe H (qui, accanto a questo indicatore) 492° Gruppo di bombe (H) e 801° Gruppo di bombe (P) (qui, accanto a questo indicatore) 416° Gruppo di bombardamenti (L) (qui, accanto a questo indicatore) 20° Gruppo di caccia ( qui, accanto a questo marker) 344° Bomb Group (M) AAF (qui, accanto a questo marker). Toccare per visualizzare un elenco e una mappa di tutti i marker nell'Accademia dell'aeronautica degli Stati Uniti.

Maggiori informazioni su questo marcatore. Devi avere un documento d'identità valido per entrare nei terreni dell'Accademia USAF.

Vedi anche . . .
1. 30° Gruppo di Bombardamento. Ingresso al sito web della Biblioteca e del Museo dell'Air Corps dell'esercito (Inviato il 7 aprile 2021 da William Fischer, Jr. di Scranton, Pennsylvania.)

2. 30° Gruppo Bombardamento. Entrata nel sito di Storia della Guerra (Inviato il 7 aprile 2021 da William Fischer, Jr. di Scranton, Pennsylvania.)

3. Personale del 30° Bomb Group. Entrata nel sito della settima aeronautica nella seconda guerra mondiale (Inviato il 7 aprile 2021 da William Fischer, Jr. di Scranton, Pennsylvania.)


Lignaggio

  • Istituito come 30 Gruppo Bombardamento (pesante) il 20 novembre 1940
  • Ridesignato Gruppo 30 Operazioni il 1 novembre 1991

Compiti

    , 15 gennaio 1941 , 24 maggio 1941 , 5 settembre 1941 , dicembre 1941 , 20 gennaio 1942
    , 11 ottobre 1943 , 17 ottobre 1943
  • Forze aeree dell'esercito, area dell'Oceano Pacifico, 17 marzo 1945, 15 agosto 1945-25 giugno 1946, 19 novembre 1991 - Presente

Componenti

  • 2 Squadrone di lancio spaziale: 19 novembre 1991-1 dicembre 2003
  • 4 Squadrone di lancio spaziale: 15 aprile 1994-29 giugno 1998
  • 21° Squadrone di Bombardamento: 15 gennaio 1941-1 novembre 1943 (distaccato, 9 gennaio 1942-settembre 1943)
  • 27 Bombardamento Squadron: 15 gennaio 1941-20 marzo 1946
  • 38 Bombardamento Squadron: 15 gennaio 1941-20 marzo 1946
  • 392 Bombardamento Squadron: assegnato il 15 gennaio 1941-21 aprile 1942, assegnato il 22 aprile 1942-30 novembre 1945
  • 819 Bombardamento Squadron: 11 ottobre 1943-30 novembre 1945

Stazioni

    , California, 15 gennaio 1941 , Louisiana, c. 7 giugno 1941, California, 14 dicembre 1941, California, 7 febbraio 1942-28 settembre 1943, Hawaii (Territorio), 20 ottobre 1943, Nanumea, Isole Gilbert, 12 novembre 1943, Abemama, Isole Gilbert, 4 gennaio 1944
    , Kwajalein, Isole Marshall, c. 20 marzo 1944 , Saipan, Isole Marianne, 4 agosto 1944 , Hawaii (Territorio), 17 marzo 1945
  • Kahuku Field, Hawaii (territorio), 29 settembre 1945, Hawaii (territorio), 25 febbraio 1946, California, 19 novembre 1991-Presente

Aerei e missili

  • YB-17, 1941
  • B-18, 1941-1942
  • A-29, 1941-1942
  • LB-30, 1941, 1942
  • B-25, 1942
  • B-24, 1942-1946
  • Missile Atlas, 1990-1995
  • UH-1, 1993-2007
  • Missile Titan II, 1997-1999, 2002-2003
  • Missile Titan IV, 1995-1997, 1999-2003
  • Missile Atlas II, 2000-2003
  • Missile Delta II, 2000-2003
  • Missile Pegasus, 2000-2003
  • Missile Minuteman III, 2000-2003
  • Missile Minotauro I, 2000-2003

Operazioni

Costa occidentale pattugliata, 1942-1943, mentre addestrava gli equipaggi per altre unità.

Ha iniziato le operazioni nel Pacifico nel novembre 1943. Installazioni nemiche attaccate sulle Isole Gilbert a sostegno dell'invasione degli Stati Uniti hanno fatto irruzione negli aeroporti nemici nelle Marshall per impedire agli aerei giapponesi di lanciarsi contro Tarawa. Da gennaio-marzo 1944, installazioni bombardate nelle Marshall in preparazione della loro occupazione. Durante l'aprile-luglio, gli aeroporti e le strutture della marina nelle Isole Truk per tenerli neutralizzati durante l'attacco degli Stati Uniti alle Marianne hanno bombardato anche Wake, Guam e Saipan. Dall'agosto 1944 fino a quando gli Stati Uniti presero Iwo Jima all'inizio del 1945, il gruppo attaccò gli aeroporti e le navi nelle isole Bonin e Vulcano e colpì le isole aggirate nelle Caroline e nelle Marianne fino al marzo 1945, quando il gruppo tornò alle Hawaii per pattuglie di routine e addestramento fino a quando non fu disattivato. .

Missioni di ricerca, salvataggio e recupero nell'area di Vandenberg AFB, CA, 1993-. Lancio di satelliti meteorologici e di sorveglianza nell'orbita polare terrestre, 1990-. Lancio del primo missile intercettore nel programma Ground-based Midcourse Defense (GMD), settembre 2006. Aviatori schierati in tutto il mondo per rispettare gli impegni nazionali, 2005-.


Etichetta: 477esimo gruppo di bombardamento

Registrazione a Freeman Field nel 1944, per gentile concessione degli Archivi di Stato dell'Indiana.

Nel 1945, a Freeman Field gli ufficiali del 477th Bombardment Group afroamericano contestarono l'esclusione illegale dei neri dal club degli ufficiali, con conseguente loro arresto. La rivolta attirò immediatamente l'attenzione del Dipartimento della Guerra, del NAACP e di legislatori come il senatore Arthur H. Vandenberg. Il rifiuto di più di 100 ufficiali neri di conformarsi alle politiche di "Jim Crow" ha sottolineato la più ampia spinta per i diritti civili nell'era della seconda guerra mondiale.

Il coinvolgimento dell'America nella seconda guerra mondiale ha messo in luce la grande disparità tra la lotta per la libertà all'estero e il trattamento degli afroamericani in patria. Nel 1945, Il corriere di Pittsburgh ha affermato che è difficile capire come l'amministrazione del presidente Harry S. Truman possa affermare di perseguire una guerra per portare la democrazia in tutto il mondo quando non farà rispettare i propri ordini che presumibilmente stabiliscono la democrazia nel proprio paese.& #8221 Allo stesso modo, l'uomo d'affari di Hoosier e candidato presidenziale repubblicano Wendell Willkie ha espresso preoccupazione per il trattamento degli afroamericani nelle forze armate. Nel suo articolo del 1944 "Citizens of Negro Blood" per Collier's Rivista, Willkie ha affermato che la seconda guerra mondiale “ci ha reso consapevoli delle contraddizioni tra il nostro trattamento della nostra minoranza negra e gli ideali per i quali stiamo combattendo. Il trattamento equo delle minoranze razziali in America è fondamentale per la nostra possibilità di una pace giusta e duratura”. Roberta West Nicholson, legislatore statale dell'Indiana e nuora dell'autrice di Hoosier Meredith Nicholson, ha lavorato con l'Indianapolis Servicemen's Center durante la seconda guerra mondiale e ha osservato lo stesso tipo di discriminazione a Camp Atterbury. Ha combattuto con successo per i diritti dei militari neri di utilizzare esattamente gli stessi servizi e strutture ricreative delle loro controparti bianche, lamentandosi: "È difficile da credere, ma questo è vero perché l'esercito stesso era segregato".

Indianapolis Recorder, 7 aprile 1945, accede a Hoosier State Chronicles.

La discriminazione costrinse gli afroamericani a combattere per essere persino ammessi nell'Army Air Corps, che era un'organizzazione esclusivamente bianca fino alla fine degli anni '30. Secondo James Allison's “Mutiny at Freeman Field,” con lo scoppio della guerra globale, l'esercito ha rivisto la sua politica e ha reclutato unità nere, ma le ha tenute separate dalle controparti bianche. L'Air Corps ha sponsorizzato scuole di volo per afroamericani a causa delle pressioni del Congresso e dei leader della NAACP, ma non ha accettato nessuno dei loro laureati, nonostante i record esemplari. Allison ha osservato che "Le pressioni controverse dei politici che cercano il voto nero e dei neri intraprendenti che hanno minacciato di fare causa hanno portato alla decisione dell'Air Corps di formare uno squadrone di caccia afroamericani" nel 1941. Lo squadrone, designato "Aviatori di Tuskegee," 8221 è stato addestrato al Tuskegee Field dell'Alabama e ha prodotto un formidabile record di combattimento.

A differenza dello squadrone Tuskegee, il 477th Bombardment Group è stato addestrato in una base a Seymour, nell'Indiana, che includeva militari bianchi. Il gruppo fu stabilito per la prima volta a Selfridge Field vicino a Detroit, sotto il comando dell'ufficiale bianco colonnello Robert W. Selway. Il gruppo è stato trasferito al Godman Field del Kentucky a causa di tensioni razziali e proteste simili a quelle che si sono verificate in seguito al Freeman Field. Il 477th fu poi trasferito alla base aerea di Freeman Field nel marzo 1945 per addestrarsi con strutture migliori. Il Registratore di Indianapolis notato in aprile che:

L'arrivo del gruppo qui ha stimolato l'ostilità aperta da parte dei commercianti nella vicina città di Seymour. . . La maggior parte dei commercianti ha annunciato che non avrebbe fornito alcun servizio o venduto merci ai nuovi arrivati ​​a Freeman Field. I residenti negri di Seymour, meno di 100 in numero, si sforzano valorosamente di soddisfare i bisogni dei soldati.

Freeman Field Airport e Industrial Field, 1947, Indiana Historical Society, Digital Images Collection.

Questi uomini, molti dei quali sono stati insigniti della Distinguished Flying Cross e del Purple Heart, hanno subito discriminazioni razziali da parte dei militari bianchi a Freeman Field. Poco era cambiato riguardo al loro trattamento dalla prima guerra mondiale, durante la quale l'imprenditrice afroamericana Madam C.J. Walker e i suoi agenti di vendita scrissero una lettera al presidente Woodrow Wilson condannando ufficialmente il maltrattamento delle truppe nere. Secondo il Registratore, agli ufficiali afroamericani di Freeman è stato negato l'ingresso nei campi da tennis della base aerea, nella piscina e nel club degli “swanky” officer’s dopo le 17:00. dall'ufficiale Selway, che ha creato una "classificazione superficiale che impediva loro di usufruire delle strutture stabilite per il personale incaricato". Questa classificazione violava il regolamento dell'esercito 210-10, che vietava la segregazione razziale degli ufficiali nei campi dell'esercito. Secondo Allison, gli ufficiali neri si sono mobilitati per contestare l'azione discriminatoria, incontrandosi negli hangar per pianificare una protesta pacifica.

Il 5 aprile 1945, Selway venne a conoscenza del piano e ordinò a un prevosto maresciallo di sorvegliare il club e allontanare i militari neri. Alla fine della notte, 61 agenti sono stati arrestati per aver tentato di entrare nel club, tre dei quali hanno affrontato una giuria a luglio per "aver spinto un maresciallo del prevosto [sic]." Il 7 e l'8, altri agenti sono stati arrestati per tentato ingresso nel club. In una mossa che potrebbe ulteriormente istituzionalizzare la segregazione, Selway ha fatto pressioni sugli ufficiali neri per "firmare una dichiarazione che attestasse la loro comprensione dell'ordine che aveva istituito un club per i tirocinanti e l'altro per il personale di supervisione" (Allison). Agli ufficiali è stato letto un articolo di guerra che minacciava la morte per mancata obbedienza al comando e quindi emesso un ordine diretto da firmare. Imperterriti, 101 ufficiali si rifiutarono di firmare e furono successivamente arrestati e rimandati a Godman Field. Secondo la storica Emma Lou Thornbrough, un comandante di un locale nero americano Legion Post ha affermato "I neri devono condurre due guerre: una contro le potenze dell'Asse, l'altra per la piena cittadinanza in patria". Gli ufficiali di Freeman Field hanno fatto proprio questo.

Ufficiali, Tuskegee Army Air Field, Alabama, marzo 1945 circa, Collezione Clanin, M0783, Box 3, Folder 68, Indiana Historical Society.

Il tenente Quentin P. Smith è stato tra coloro che si sono rifiutati di firmare e ha ricordato “‘Ho pensato, ‘Oh mio Dio, questo non può succedere. . . Mi aveva dato un ordine diretto di firmare. Avevo finito il college e tutto quello che dovevo fare era restare in vita e sarei diventato un generale. Non avevo voce allora'” (1992, Merrillville Times). Dopo aver rifiutato di firmare, è stato scortato alla sua caserma sotto la minaccia delle armi e tenuto agli arresti per dodici giorni. In un documento approvato da Smith il 25 aprile, sosteneva che "Il regolamento citato appariva e sembra ancora essere un "regolamento di Jim Crow’” e che lui:

non poteva e non riusciva a capire come gli ufficiali medici, qualificati come chirurghi di volo e avendo completato tutta la formazione medica richiesta dall'esercito e avendo completato anni di pratica medica privata, potessero essere classificati come personale "tirocinante" a meno che la distinzione non fosse esclusivamente di colore.

Ha aggiunto di voler indicare "la sua incrollabile convinzione che il pregiudizio razziale sia fascista, non americano e direttamente contrario alle idee per le quali è disposto a combattere e morire".

Quentin P. Smith (al centro) con laureati con lode della classe 45-A, Tuskegee Army Air Field, Alabama, circa marzo 1945, Collezione Clanin, M0783, Box 3, Folder 68, Indiana Historical Society.

Il Registratore ha riferito che “L'arresto di massa che si crede senza precedenti nella storia dell'esercito ha suscitato un putiferio in questo posto e ha interrotto l'intero programma di addestramento del 477esimo gruppo di bombardamento.” Entro il 26, sembrava che la rivolta fosse iniziata influenzare la politica dell'esercito, poiché il giornale ha osservato che "i funzionari dell'Ufficio per i regolamenti pubblici del dipartimento di Washington hanno ammesso che si stanno prendendo in considerazione cambiamenti epocali come risultato di un'indagine sulle condizioni che circondano l'incidente". Il 28 aprile Il corriere di Pittsburgh ha chiesto l'immediato rilascio e “il ritorno in servizio” degli uomini arrestati e che “Qualsiasi cosa in meno sarà una farsa sulla giustizia.”

Rimprovero amministrativo di Smith di Selway, per gentile concessione di Clanin Collection, M0783, Box 38, Folder 3, Indiana Historical Society. Roger C. Terry, per gentile concessione di indianamilitary.org

A seguito delle proteste pubbliche e degli sforzi del NAACP, tutti sono stati rilasciati e sono stati oggetto di un rimprovero amministrativo, ad eccezione di tre uomini. Il Registratore notò il 30 giugno che Selway era stato sostituito con il colonnello afroamericano B.O. Davis Jr. Tuttavia, i tre uomini arrestati per "spingere" un ufficiale hanno continuato a essere confinati e gli è stato proibito di ottenere un consiglio. A luglio, una giuria ha assolto il tenente Marsden A. Thompson e il tenente Shirley R. Clinton di “disobbedienza a un ordine diretto”, insieme al tenente Roger C. Terry, sebbene sia stato riconosciuto colpevole di " 8221 un ufficiale e costretto a pagare $ 150. Nel 1995, l'Air Force ha annullato la condanna di Terry. in an Stella di Indianapolis articolo, Terry ha dichiarato che questo ha rimosso il peso che aveva portato dal calvario e che "Quello che mi è uscito dalla schiena è stato che tutto il mio odio è andato via. Tutto questo.”

Sebbene i loro registri militari siano rimasti offuscati fino agli anni '90, le proteste non violente, così come la violenza contro il ritorno dei militari neri, probabilmente hanno influenzato la decisione del presidente Truman di desegregare le forze armate il 26 luglio 1948. Nel negare la condanna di Terry, l'ex vicesegretario dell'Aeronautica ha concluso che l'ammutinamento di Freeman è stato cruciale per l'integrazione militare e un "passo da gigante per l'uguaglianza".


FAI UNA DONAZIONE ALLE UNITA' GOFUNDME QUI

Il 307th Bomb Group faceva parte della 13th Air Force e consisteva del 370th, 371st, 372nd e 424th Squadron. Il gruppo divenne noto come "The Long Rangers" a causa della distanza da record percorsa per le loro missioni di combattimento che includevano: Wake, Rabaul, Truk, Yap, Palau, Balikpapan, Borneo (i Ploesti dell'est) e le Filippine.

Molte delle missioni consistevano in viaggi di andata e ritorno senza scorta di oltre 17 ore su vaste distese dell'Oceano Pacifico. Questo sito è stato creato per preservare e documentare la storia del 307th Bomb Group.


La tua eredità non dovrebbe essere conservata in una soffitta o in un garage dove potrebbe essere persa o danneggiata. Chiedi ai tuoi figli, ai tuoi nipoti e anche ai tuoi pronipoti di partecipare a questo sforzo per preservare la tua storia.


30° Gruppo Bombardamento

Temi. Questo indicatore storico è elencato in questi elenchi di argomenti: Air & Space & Bull Patriots & Patriottismo & Bull War, World II. Un anno storico significativo per questa voce è il 1942.

Posizione. 39° 46.736′ N, 84° 6.775′ W. Marker si trova nella base aeronautica di Wright-Patterson, Ohio, nella contea di Montgomery. Marker (Memorial #059) si trova nel Memorial Park del National Museum of the United States Air Force, con accesso al museo da Springfield Street. Tocca per la mappa. L'indicatore si trova a o vicino a questo indirizzo postale: 1100 Spaatz Street, Dayton OH 45433, Stati Uniti d'America. Tocca per le indicazioni stradali.

Altri marcatori nelle vicinanze. Almeno 8 altri indicatori sono raggiungibili a piedi da questo indicatore. 461° Bomb Group (H) (qui, accanto a questo indicatore) 339° Squadrone di caccia (a pochi passi da questo indicatore) Boy Scouts of America Liberty and Freedom Memorial (a pochi passi da questo indicatore) 89° Gruppo di trasporto truppe (a pochi passi da questo marker) 312th Bomb Group (a pochi passi da questo marker) 463rd Bombardment Group (H) (a pochi passi da questo marker) Bombardieri della Seconda Guerra Mondiale (a pochi passi da questo marker) 450th Bombardment Group (H) (a pochi passi da questo marcatore). Toccare per visualizzare un elenco e una mappa di tutti gli indicatori nella base aeronautica di Wright-Patterson.


Contenuti

L'8 settembre 1986, la Seventh Air Force fu attivata presso la base aerea di Osan in Corea del Sud e assunse la missione di mantenere il fragile armistizio sulla penisola coreana precedentemente eseguito dalla 314th Air Division.

Da allora, sia come US Air Forces Korea, sotto l'unione delle US Forces Korea, sia come componente dell'US Air Force presso il Comando della componente aerea del Combined Forces Command degli Stati Uniti e della Repubblica di Corea, il 7 AF è stato parte integrante della deterrenza dell'aggressione da parte del Nord Corea. Sviluppa la campagna aerea totale e i piani di rinforzo per la difesa della ROK e sostiene la prontezza della missione di 117 unità operative e 8.300 personale dell'aeronautica statunitense.

Opera in collaborazione con United States Pacific Command (USPACOM), United Nations Command, U.S. Forces, Korea/Combined Forces Command e United States Forces Korea (USFK).

Le principali unità della Seventh Air Force sono:

Unità non volanti (Base aerea di Osan)

  • 607° Centro operativo aereo e spaziale
  • 607° Gruppo di Supporto Aereo
  • 607° Gruppo Operazioni di Supporto Aereo
  • 607° gruppo di supporto

Origini Modifica

Formazione dell'aeronautica hawaiana Modifica

L'esercito degli Stati Uniti Dipartimento hawaiano è stata istituita il 6 febbraio 1913, che ha formalmente stabilito la presenza dell'esercito nel Territorio delle Hawaii. La storia della Seventh Air Force può essere fatta risalire all'arrivo del 6th Aero Squadron, Aviation Section, Army Signal Corps, a Fort Kamehameha, Hawaii il 13 marzo 1917 sotto l'Air Office, Hawaiian Department, che fu fondato nel 1916.

Gli aeroplani assegnati al 6th Aero Squadron consistevano in tre idrovolanti Curtiss N-9 che erano biplani monomotore che trasportavano un equipaggio di due persone e in grado di raggiungere una velocità massima di 70 miglia all'ora. Alla fine del 1917 il governo degli Stati Uniti acquistò Ford Island a Pearl Harbor per utilizzarla come aeroporto e nel settembre 1918 il 6th Aero Squadron, composto da dieci ufficiali e un piccolo gruppo di soldati, si trasferì a Ford Island.

Il primo volo tra le isole avvenne nel febbraio 1919 e nel 1920 i voli tra le isole furono utilizzati per scopi di addestramento. All'inizio del 1920 il 4th Observation Squadron arrivò a Ford Island, conosciuta da allora come Luke Field, dal nome del "balloon buster" Frank Luke che cadde in azione durante la prima guerra mondiale sul fronte occidentale nel 1918. Anche in questo periodo, Luke Field era utilizzato congiuntamente dalle forze aeree dell'Esercito e della Marina. L'anno 1920 ha segnato un notevole progresso nell'aviazione nelle isole. Il primo volo notturno su Oahu ebbe luogo il 30 giugno 1920.

Anche la forza aerea iniziò a prendere il suo posto nelle manovre militari del Dipartimento delle Hawaii. Una sezione di foto aeree si unì ad altre unità aeree, il 23d Bombardment Squadron si trasferì a Luke da March Field, in California, il 25 gennaio 1923, e il 72d Bombardment Squadron fu attivato a Luke il 1 maggio 1923.

Il primo distaccamento di venti uomini iniziò a sgomberare la terra a sud di Schofield Barracks per Wheeler Field nel febbraio 1922. Questo campo prese il nome dal maggiore Sheldon H. Wheeler, che aveva assunto il comando di Luke Field nel 1920 e morì in un incidente aereo nel 1921. Nel giugno 1923, Wheeler vantava sei hangar da 112x200 piedi, tre utilizzati per ospitare negozi e altri tre per aerei, oltre a quattro hangar utilizzati come magazzini e serbatoi di stoccaggio del petrolio da 50.000 galloni. Tende e capanne ospitavano gli uomini. Il primo comandante di Wheeler Field fu il maggiore George E. Stratemeyer, che nel 1941 era un generale di brigata e capo ad interim dell'Army Air Corps.

Il primo rimboschimento conosciuto in aereo fu realizzato per il Dipartimento dell'Agricoltura da un aereo da Wheeler nel 1926. Il primo volo hawaiano non-stop da Oakland, in California, a Wheeler Field fu effettuato nel giugno 1927 da L.J. Maitland e A.F. Hegenberger. (Il comandante della marina John Rodgers aveva stabilito un record di idrovolanti non-stop da San Francisco nel 1925 e non aveva raggiunto il traguardo di Honolulu, atterrando al largo dell'isola di Kauai), anche il famoso volo Dole ebbe luogo nel 1927, con Art Goebel e Il tenente WV Davis, USN, gli unici a completare il volo per le Hawaii.

Durante il periodo dal 1917 al 1931, la componente aerea militare alle Hawaii è cresciuta fino a sette squadroni tattici e due squadroni di servizio. Nel 1931 fu attivato il 18th Composite Wing con sede a Fort Shafter, e fu unito all'Air Office del Dipartimento delle Hawaii. L'Hawaiian Air Depot aveva sede a Luke Field. Dal momento che la Marina ha contemplato l'utilizzo dell'intera area disponibile a Ford Island, i piani per l'acquisto di terreni adiacenti a Pearl Harbor vicino a Fort Kamehameha per la costruzione di un aeroporto hanno portato all'acquisto da parte dell'esercito degli Stati Uniti il ​​20 febbraio 1935 di questa terra da Faxon Bishop et al. per 1.091 USD

Hickam Field è stato dedicato il 31 maggio 1935, dal nome del tenente colonnello Horace M. Hickam, C.O. 3rd Attack Group, ucciso il 5 novembre 1934 a Ft. Crockett, Texas. Il primo distaccamento di 12 uomini (il 31° Squadrone Bombardieri) arrivò a Hickam il 1 settembre 1937 e fu alloggiato in tende. Nel settembre 1938, quando la base fu ufficialmente attivata, l'Hawaiian Air Depot iniziò il suo trasferimento da Luke Field. La mossa è stata completata il 31 ottobre 1940.

Il 1 novembre 1940 il aeronautica hawaiana è stato istituito come parte del programma di espansione generale dell'United States Army Air Corps del 1939/1940. Fu organizzato e attivato con quartier generale a Fort Shafter – le prime Army Air Forces al di fuori degli Stati Uniti continentali – trasferendosi a Hickam nel luglio 1941. Consisteva di due comandi di basi aeree:

    Ex 18th Composite Wing (B-10's) a Hickam Field Attivato il 1 novembre 1940 (P-26's) a Wheeler Field

La forza degli aerei all'inizio dell'anno 1941 consisteva in 117 aerei, per lo più obsoleti. In connessione con i piani di difesa per il Pacifico, gli aerei furono portati alle Hawaii per tutto il 1941 (principalmente P-36 e P-40) tramite portaerei. Il primo volo di massa di bombardieri dell'esercito (21 B-17 Flying Fortress) da Hamilton Field, California, arrivò a Hickam il 13 maggio 1941. Nove dei 21 bombardieri furono inviati a Clark Field a settembre per iniziare un tardivo rinforzo del Dipartimento delle Filippine . Entro il 7 dicembre 1941, l'Hawaiian Air Force era un comando integrato da poco più di un anno sotto il comando del maggiore generale Frederick L. Martin, e consisteva di 754 ufficiali e 6.706 soldati di truppa con 231 aerei militari.

Ordine di battaglia, 6 dicembre 1941 Modifica

Il giorno prima dell'attacco giapponese alle Hawaii e del successivo ingresso degli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale, l'aviazione hawaiana era composta da:

Gli squadroni B-17 erano equipaggiati con una miscela di modelli B-17B, B-17C e B-17D. Ulteriori unità assegnate alla Hawaiian Air Force il 6 dicembre 1941 furono:

Oltre alle suddette unità, durante la notte tra il 6 e il 7 dicembre 1941, un altro squadrone, il 38th Reconnaissance Squadron del 41st Bombardment Group, Davis-Monthan Field, Arizona, era in rotta verso le Hawaii con quattro B-17C e due B -17E per rinforzare il 18° Stormo di Bombardamento.

Inoltre, sei B-17E dell'88th Reconnaissance Squadron, 7th Bombardment Group, erano in rotta verso le Hawaii da Hamilton Field, California, con destinazione finale Clark Field, Luzon, Filippine.

Queste unità si stavano schierando a causa delle accresciute tensioni tra gli Stati Uniti e l'Impero del Giappone. Arrivarono alle Hawaii al culmine dell'attacco il 7 dicembre (gli operatori radar pensavano erroneamente che la forza d'attacco giapponese fosse questo volo in arrivo dalla California). Due dei B-17E sono riusciti ad atterrare su una breve pista da combattimento a Haleiwa, un B-17E atterrato su un campo da golf, uno è atterrato a Bellows Field e cinque B-17C e tre B-17E sono atterrati a Hickam sotto il mitragliamento di aerei giapponesi.

Seconda guerra mondiale Modifica

Attacco a Pearl Harbor Modifica

L'attacco a Pearl Harbor o operazione Hawaii, come fu chiamato dal quartier generale imperiale giapponese, devastò l'aeronautica hawaiana. Le vittime totali dell'Air Force durante l'attacco giapponese del 7 dicembre furono 163 uccise. 43 dispersi e 336 feriti, di cui 121 morti, 37 dispersi e 274 feriti erano a Hickam Field. Su un totale di 231 velivoli dell'aviazione hawaiana, 64 furono distrutti e non più di 79 rimasero utilizzabili. Alcuni caccia sono stati fatti decollare e sono riusciti a ingaggiare aerei giapponesi.

Settima Aeronautica Modifica

Il 5 febbraio 1942, l'aviazione hawaiana fu ri-designata 7a aeronautica.

    sostituì il 18° Stormo di Bombardamento sostituì il 14° Stormo di Inseguimento
  • Il VII Base Command si assunse la responsabilità di varie funzioni di base e di servizio, insieme all'Hawaiian Air Depot. Il VII Air Force Base Command divenne il VII Air Force Service Command sotto il Brig. Gen. Walter J. Reed il 15 ottobre 1942. [3]

Il 7a aeronautica è stato ridisegnato Settima aeronautica militare il 18 settembre 1942

Il riequipaggiamento del comando dopo l'attacco giapponese a Oahu ha richiesto molto tempo. La Seventh Air Force riequipaggiata era composta dalle seguenti unità:

VII COMANDO COMBATTENTE GRUPPI DI COMBATTENTI GRUPPI BOMBA VARIE
548th Night Fighter Squadron (Northrop P-61 Black Widow) 15° Gruppo Combattenti 5th Bombardment Group (Boeing B-17 Flying Fortress/Consolidated B-24 Liberator) 28th Photo Reconnaissance Squadron (Lockheed F-5B Lightning)
549th Night Fighter Squadron (Northrop P-61 Black Widow) 18° Gruppo Combattenti 11th Bombardment Group (B-24 Liberator consolidato) 9° Squadrone di trasporto truppe (Douglas C-47 Skytrain/Curtiss C-46 Commando)
21° Gruppo Combattenti 30° Gruppo Bombardamento (Liberatore B-24 Consolidato) 163d squadrone di collegamento (Stinson L-5 Sentinel)
318º gruppo combattenti 41° Gruppo Bombardamento (North American B-25 Mitchell) 41° Squadrone di ricognizione fotografica (Lockheed F-5 Lightning)
508° Gruppo Caccia 307th Bombardment Group (Boeing B-17 Flying Fortress/Consolidated B-24 Liberator)
319° Gruppo Bombardamento (Douglas A-26 Invader)

Nelle Hawaii la Seventh Air Force ha utilizzato i seguenti aeroporti militari. Alcuni sono stati gestiti esclusivamente dall'AAF, altri sono stati utilizzati congiuntamente con la Marina degli Stati Uniti. Le immagini in tempo di guerra di questi aeroporti sono collegate ai loro nomi poiché la maggior parte di essi erano campi di atterraggio di strutture minime.

Operazioni in tempo di guerra Modifica

La Seventh Air Force mantenne la missione del suo predecessore della difesa delle Isole Hawaii e, fino agli ultimi mesi della guerra, mantenne il suo quartier generale a Hickam Field. Clarence L. Tinker, un Osage e ufficiale di carriera, fu nominato comandante della Seventh Air Force e promosso a Maggiore Generale nel gennaio 1942, il primo nativo americano a raggiungere quel grado e il più alto nell'esercito. Ha guidato una forza di B-24 durante la battaglia di Midway, e il suo aereo è caduto nel giugno 1942. Nessun corpo è stato recuperato.

Alle Hawaii, il comando divenne una posizione chiave nell'organizzazione logistica della guerra del Pacifico. Uno dei più grandi elementi di questa organizzazione era l'Hawaiian Air Depot a Hickam, che fungeva da centro di rifornimento, riparazione e modifica in transito per le unità di forza sparse fino all'Australia. L'Air Depot ha dovuto espandere le sue attività, che in tempo di pace includevano l'assemblaggio, la riparazione e il ricondizionamento degli aerei, per gestire un gran numero di P-39 e P-40. Questi sono stati portati fuori in casse per il montaggio, i test di volo e la consegna alle unità di combattimento schierate in avanti.

La Seventh Air Force divenne anche l'hub della rete aerea del Pacifico. Oltre alle funzioni di deposito, supportava il trasporto per tutte le stagioni a 4 motori utilizzato per trasportare truppe, rifornimenti ed evacuare i feriti dalle aree avanzate. Questi aerei da trasporto erano sotto il comando della Pacific Division, Air Transport Command. Il comando svolse anche un ruolo importante durante la Guerra del Pacifico come centro di addestramento, allestimento e rifornimento per le truppe aeree e di terra.

Il comando dispiegò la maggior parte delle sue unità da combattimento nel Pacifico centrale, dove le operazioni erano meglio riassunte dalle sue viste aeree e terrestri come "Solo una dannata isola dopo l'altra!"

Le unità della settima aeronautica furono schierate 2.000 miglia a sud-ovest delle Isole Gilbert, poi 600 miglia a nord-ovest delle Isole Marshall, 900 miglia a ovest delle Isole Caroline, 600 miglia a nord-ovest delle Isole Marianne, 600 miglia a nord di Iwo Jima, 1.000 miglia a ovest di Okinawa , sempre più vicino al centro del potere giapponese. Una mappa della Seventh Air Force coprirebbe 3.000 miglia a nord ea sud dell'atollo di Midway fino alle Fiji e 5.000 miglia a est ea ovest da Pearl Harbor al Ryukus. Il record di combattimento delle sue unità principali è il seguente:

  • Il 15th Fighter Group fu riequipaggiato dopo l'attacco di Pearl Harbor e rimase alle Hawaii come parte dell'Hawaiian Defense Force, sebbene gli squadroni ruotati nel Pacifico centrale fossero attaccati ai gruppi della tredicesima aeronautica. Nell'aprile 1944 ricevette i caccia Mustang P-51 nordamericani e si addestrò per missioni di scorta di bombardieri a lungo raggio. Il gruppo si schierò a Iwo Jima nel febbraio 1945 e fu riassegnato alla Twentieth Air Force per il resto della guerra. Nel novembre 1945 tornò alle Hawaii e alla Seventh Air Force nel novembre 1945.
  • Il 18th Fighter Wing fu riequipaggiato dopo l'attacco di Pearl Harbor, quindi fu schierato nel Pacifico centrale e riassegnato alla Thirteenth Air Force. Ha iniziato le operazioni da Guadalcanal. Spostandosi attraverso il Pacifico, alla fine della guerra, il gruppo si trasferì a Clark Field su Luzon e divenne parte permanente delle Forze aeree dell'Estremo Oriente dopo la guerra.
  • Il 21st Fighter Group è stato creato alle Hawaii nel marzo 1944 e inizialmente faceva parte dell'Hawaiian Defense Force volando con i Bell P-39 Airacobra. Riequipaggiato con P-51 Mustang nel gennaio 1945 e addestrato per missioni di scorta di bombardieri a lungo raggio. Il gruppo si schierò a Iwo Jima nel febbraio 1945. Fu riassegnato alla Twentieth Air Force per il resto della guerra, venendo inattivato a Guam nell'aprile 1946.
  • Il 318th Fighter Group fu creato alle Hawaii nel maggio 1942 come parte dell'Hawaiian Defense Force che pilotava P-39, P-40 e successivamente Republic P-47 Thunderbolt. Schierato nel Pacifico centrale e assegnato alla Tredicesima aeronautica militare nel giugno 1944. Riassegnato all'ottava aeronautica militare nel luglio 1945 in preparazione dell'invasione del Giappone. Ritornò negli Stati Uniti nel gennaio 1946 e fu inattivato.
  • Il 508th Fighter Group è stato creato il 12 ottobre 1944 a Peterson Field, in Colorado. Il gruppo si è addestrato con i P-47 Thunderbolts per fornire una scorta a lungo raggio per le unità di bombardamento Boeing B-29 Superfortress nel Southwest Pacific Theatre. La mancanza di una significativa difesa da combattimento giapponese alla fine del 1944 causò un cambio di missione e il gruppo fu riassegnato alla Seventh Air Force alle Hawaii nel gennaio 1945 e prestò servizio come parte dell'Hawaiian Defense Force. Alle Hawaii, il gruppo ha anche addestrato piloti sostitutivi per altre organizzazioni, riparato P-47 e P-51 ricevuti da unità di combattimento e traghettato aerei per le aree di avanzamento. L'unità fu disattivata alle Hawaii il 25 novembre 1945 quando fu sostituita dal 15th Fighter Group.
  • The 5th Bombardment Group was re-equipped after the Pearl Harbor attack with a mixture of B-17 Flying Fortresses and Consolidated B-24 Liberator bombers. The unit was engaged primarily in search and patrol missions off Hawaii from December 1941 to November 1942. In Hawaii, the group was used in the Battle of Midway to attack Japanese surface fleets. It was deployed to Espírito Santo in the Solomon Islands and served in combat with Thirteenth Air Force during the Allied drive from the Solomons to the Philippines. It was assigned to the Philippines in 1945 till the end of the war.
  • The 11th Bombardment Group was re-equipped after the Pearl Harbor attack with B-24 Liberators and initially flew patrol missions around Hawaii. It was deployed to the New Hebrides in July 1942 where it became part of Thirteenth Air Force and engaged in combat operations in the central Pacific.
  • The 30th Bombardment Group was reassigned to Seventh Air Force in October 1943 from March Field, California where it flew west coast antisubmarine patrols for Fourth Air Force. It was deployed to the Ellice Islands in the central Pacific during November 1943, where its B-24 Liberators took part in the invasion of the Gilbert Islands. Remaining part of Seventh Air Force, the group moved westward across the Pacific, taking part in several campaigns until returning to Wheeler Field, Hawaii in March 1945. From Wheeler, the group flew patrol missions until being inactivated in June 1946.
  • The 41st Bombardment Group was formed at March Field, California in January 1941 and performed antisubmarine patrols along the west coast until deploying to Seventh Air Force in Hawaii during October 1943 for final overseas training. From Hawaii, the group deployed its North American B-25 Mitchell medium bombers to Tarawa in the central Pacific in December 1943. Remaining as part of 7AF, the group took part in combat operations across the western Pacific as well as attacking targets on Taiwan and mainland China as well as the Japanese home islands. It was inactivated at Clark Field, Philippines on 27 January 1946.
  • The 307th Bombardment Group was reassigned to Seventh Air Force in October 1942 from Fourth Air Force, where it flew patrols off the west coast, first in B-17s and later in B-24s. In Hawaii, the group trained and flew patrol and search missions. Attacked Wake Island in December 1942 and January 1943, by staging through Midway Island. The group deployed to Guadalcanal in February 1943 and was assigned to Thirteenth Air Force. It served in combat, primarily in the Central and Southwest Pacific, until the war ended.
  • The 319th Bombardment Group was assigned to Seventh Air Force late in the war, after spending three years in combat with the Twelfth and Fifteenth Air Forces in the North African Campaign and Italian Campaign in the Mediterranean Theater. It joined Seventh Air Force in Okinawa flying Douglas A-26 Invaders during April 1945 and flew combat missions over China and the Japanese home islands. It returned to the United States in December 1945 where it was inactivated at Fort Lewis, Washington.

The Seventh Air Force along with Thirteenth Air Force in the Central Pacific and Fifth Air Force in Australia were assigned to the newly created United States Far East Air Forces (FEAF) on 3 August 1944. FEAF was subordinate to the U.S. Army Forces Far East and served as the headquarters of Allied Air Forces Southwest Pacific Area. By 1945, three numbered air forces—5th, 7th and 13th—were supporting operations in the Pacific. FEAF was the functional equivalent in the Pacific of the United States Strategic Air Forces (USSTAF) in the European Theater of Operations.

From mid-1944 to July 1945, the Seventh Air Force tried to prevent the Japanese air attacks on the Mariana Islands by attacking Iwo Jima and other Japanese-held islands and providing fighter protection for the Marianas. During the summer of 1945, the 15th Fighter Group (along with the 21st and 318th from the VII Fighter Command) were reassigned to the Twentieth Air Force. They continued fighter sweeps against Japanese airfields and other targets, in addition to flying long-range B-29 escort missions to Japanese cities, until the end of the war. In addition, effective 14 July 1945, the Seventh Air Force command echelon was moved to Okinawa, Ryukyu Islands, and assigned to United States Far East Air Force. VII Fighter Command remained attached to 20th Air Force until the end of the war.

Pacific Air Command Edit

On 1 January 1946, Seventh Air Force was reassigned without personnel or equipment to Hickam Field, Hawaii, where it resumed its prewar mission of defense of the Hawaiian Islands. In May 1946 the Hawaiian Air Depot assumed jurisdiction of Hickam Field.

On 15 December 1947, Seventh Air Force was re-designated Pacific Air Command (PACAIRCOM) and elevated to major command status. The Hawaiian Air Depot was re-designated Hawaiian Air Materiel Area (HAWAMA) both at Hickam. PACAIRCOM's mission was to oversee air defense and other operations in the Pacific Ocean area, of the Pacific Region from the Hawaiian Islands west to include Wake, Midway Atoll, the Mariana, Caroline, Solomon and Marshall Islands.

Pacific Air Command was discontinued effective 1 June 1949 as a result of a budgetary actions. Its mission, functions, responsibilities and command jurisdiction of installations and facilities transferred to the Pacific Division, Military Air Transport Service.

Guerra Fredda Modifica

During the Korean War, and the years following, Hawaii again became the hub of trans-Pacific military air activity. On March 1954, the Joint Chiefs of Staff directed that Pacific Air Force be established. This unit came into being on 1 July 1954, the primary mission being to serve as the USAF component on the staff of the Commander-in-Chief Pacific (CINCPAC). Responsibilities included preparation of plans to support CINCPAC and allied operations. For purely Air Force matters, the new command was placed under the command of Far East Air Forces Headquarters located in Japan. That headquarters completed its move to Hickam on 1 July 1957, its designation being changed to Pacific Air Forces.

With the reactivation of Pacific Air Force, Seventh Air Force was reactivated on 5 January 1955 at Hickam AFB. It was assigned to Pacific Air Force (later, Pacific Air Force/FEAF [Rear]) and transferred to Wheeler AFB, Hawaii, in March 1955.

Seventh Air Force oversaw Pacific Air Force's area of responsibility east of 140 degrees east longitude, including the Hawaiian Islands. Seventh was also responsible for the air defense of the islands. However, the movement of United States Far East Air Force (renamed Pacific Air Forces) from Japan to Hawaii led to the inactivation of Seventh Air Force on 1 July 1957.


30th Bombardment Group B-24 Liberators at Kwajalein Airfield, Kwajalein, Marshall Islands, 1944

For additional history and lineage, see 30th Space Wing

Patrolled west coast, 1942–1943, while training crews for other units.

Began operations in the Pacific in November 1943. Attacked enemy installations on the Gilbert Islands in support of U.S. invasion raided enemy airfields in the Marshalls to prevent Japanese airplanes launching against Tarawa. From January–March 1944, bombed installations in the Marshalls in preparation for their occupation. During April–Jul, raided airfields and navy facilities in the Truk Islands to keep them neutralized during the U.S. attack on the Marianas also bombed Wake, Guam, and Saipan. From August 1944 until the U.S. took Iwo Jima in early 1945, the group attacked airfields and shipping in the Bonin and Volcano Islands and hit bypassed islands in the Carolines and Marianas until March 1945, when group returned to Hawaii for routine patrols and training until inactivated.

Search, rescue, and recovery missions in area of Vandenberg AFB, CA, 1993–. Launched meteorological and surveillance satellites into polar earth orbit, 1990–. Launched first interceptor missile in Ground-based Midcourse Defense (GMD) program, September 2006. Deployed airmen worldwide to meet national commitments, 2005–.


WWII AAF Mission Report

I am trying to locate a &ldquoMission Report” of a single plane of the 7th AAF (raid on Puluwat Atoll 23 Apr 1944) that was referenced in CINCPAC Press Release No. 370 of 24 Apr 1944: "&hellipPuluwat Island was bombed before Dawn on April 23 by a single Seventh Army Air Force Liberator, &hellip" I have concluded it may have been a plane assigned to 7 th AAF, 30th Bombardment Group , 27th Bombardment Squadron.

I am a novice with identifying where records may be filed, but this description seems to fit: 18.7.1 Records of the Office of the Commanding General Textual Records: &hellip AAF World War II combat operations records ("Mission Reports"), consisting of narrative and statistical summaries, intelligence reports, field orders, loading lists, and other records, arranged by unit, 1941-46 (1,855 ft.) &hellip

I cannot determine who I contact to receive a copy. Qualcuno sa?

Re: WWII AAF Mission Report
Ryan Bass 27.04.2017 11:27 (в ответ на Martha Collins)

Thank you for your History Hub question. The reference (18.7.1) is from our guide to federal records and it is a vague description of the records that we hold in our custody but does not actually lead to records. I have quickly checked both our finding aids and in our catalog for the Army Air Forces Mission Reports (Record Group 18 Entry (NM-6) 7A for records concerning the 27th Bomb Squadron and the 30th Bomb Group. Unfortunately, we do not have any records for 27th Bomb Squadron but we do have records for the 30th Bomb Group. The following files cover the time frame for the raid on Puluwat Atoll.

Two other useful places to look for information regarding bombing in the Pacific Theater would be the following two series:

RG 341 Entry (NM-215) 217: Military Intelligence Photographic Interpretation:https://catalog.archives.gov/id/654709

RG 243 Entry (I-10) 41: Pacific Survey Reports and Supporting Records, 1928-1947:https://catalog.archives.gov/id/561631

If you have any other questions or wish to order copies of these records please write to the Textual Reference Staff at the National Archives in College Park, MD since all of these records are located here. Their email is [email protected] .

Please note that you can only order three files at a time. Best of luck in your research!

Re: WWII AAF Mission Report
Megan Dwyre 28.04.2017 8:48 (в ответ на Martha Collins)

Officers of 30th Bombardment Group - History

Statistics for Group History

Number of Officers, 1 January 1944
Number of Enlisted Men, 1 January 1944
Number of Airplanes, 1 January 1944
Number of Officers, 31 January 1944
Number of Enlisted Men, 31 January 1944
Number of Airplanes, 31 January 1944
Number of flying hours for January 1944
Accidents in January 1944
221
1,265
19
396
647
40
4,142
1
ARNOLD E. LEDER
2nd Lt, AC,
Statistical Officer

486TH BOMBARDMENT GROUP (H)
Unit History

Period: 9 February 1944 to 29 February 1944

For the Officers and the Enlisted men of the 486th Bombardment Group (H) the month of February 1944, brought almost to final successful completion a task began last: September. The original nucleus of the Group, drawn from the anti-submarine Command in Miami, Florida, and augmented by officers and men sent into the groups while it was undergoing preliminary training at Tucson, had long ceased to operate as a new and therefore somewhat disorganized Air Corp. Unit. Preliminary training Tucson, special training for the key personnel at the Army Air Forces School of Applied Tactics at Orlando, Florida, and the relatively short but highly intensive three phases of training which the four squadrons of the Group had undergone, at Davis-Monthan Field Tucson, Ariz., had made each squadron of the Group an efficient unit, The efficiency of each Squadron coupled with close inter- squadron, co-operation was reflected in every phase of activity as the Big Day drew nearer -- the date that the 486 Group would be required to prove itself under this stiffest test of all -- Combat.

From a handful of officers and men, the Group had swollen to 396 officers, 1673 enlisted men including 75 combat crews and operating 46 airplanes by February 1,1944. On the 29

h of the same month, overages had been adjusted and vacancies filled and the Group morning reports were showing 380 officers, 1639 enlisted men, including 70, combat crews flying 77 airplanes. February was a month of intensive second and third phase training with 3370 hours being flown by the crews. The month was highlighted by to inspections. Colonel David Ellenger of the Inspector Generals Department, Washington, D. C. Headed an inspection party which carried out an inspection February 13,1944. Colonel R. L. Easton and party from the Office of the Field Inspector, Santa Anna, California, gave the Grouped its P.O.M, inspection. Careful clothing inspections were also carried out by each squadron with all personnel being instructed and checked out to clothing, which they would need.

The personal affairs of the men--wills, powers of attorney, pay cards, immunization records, etc., which have received careful attention in each orderly room since the group arrived at Tucson, again came in for a last careful check. A processing detail was formed in each squadron processed as a unit. This processing provided a last close check to assure unit commanding officers that the personnel records and affairs of all the members of their command were in good shape.

The group, despite the hundreds of hours flown and training, had flawless safety record until February 18 when planes collided in mid air, claiming 17 lives. This History attempts only to report the incident and the names of the casualties and makes no effort to determine the cause since that is the responsibility of a duly appointed Board of Officers. On the same day, the #2 engine of the plane piloted by Captain Roper caught fire in mid-the air but was landed without loss of life or serious injury. Captain Roper and crew are members of the 833rd Squadron while the two ships, which collided were carrying members of the 835th Squadron. The list of casualties of crewmembers follows:

Lt. Block, Albert J. Jr. 0-801419
Lt. Zellers, George W. 0-693446
Lt. Lieberman, Earle M. 0-703640
Lt. Poett, Robert J. 0-694942
sergente Drummond, Robert H.
sergente Bassett, William R.
sergente Dennis, Robert D.
sergente Chestnutt, Edward E.
Pfc. Hentgen, Robert E.
sergente Fanning, Harvey M.



Commenti:

  1. Osryd

    Frase meravigliosa e tempestiva

  2. Zulkigore

    Che frase magnifica

  3. He Lush Ka

    È vero! L'idea di un buon supporto.

  4. Deogol

    E ovviamente desideriamo:

  5. Radcliffe

    Mi scuso, ma, secondo me, commetti un errore. Scrivimi in PM, ne parleremo.

  6. Milrajas

    Provare non è una tortura.

  7. Vugami

    Ha trovato un sito con te interessante una domanda.



Scrivi un messaggio