22° Gruppo Bombardamento

22° Gruppo Bombardamento


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

22° Gruppo Bombardamento

Storia - Libri - Aerei - Cronologia - Comandanti - Basi principali - Unità componenti - Assegnate a

Storia

Il 22° Bombardment Group è stato creato sulla costa orientale degli Stati Uniti subito dopo l'inizio della seconda guerra mondiale, addestrandosi con un mix di B-18 Bolos e B-26 Marauders.

All'indomani di Pearl Harbor, il 22° Bombardment Group fu trasferito sulla costa occidentale, effettuando pattuglie antisommergibile da Muroc, in California, dal dicembre 1941 alla fine di gennaio 1942.

Fu poi assegnato alla Fifth Air Force, originariamente basata nelle Filippine. Quando il 22 è arrivato a teatro, la situazione nelle Filippine era disperata e il gruppo aveva sede in Australia. Da lì ha attaccato obiettivi giapponesi in Nuova Guinea e Nuova Gran Bretagna.

Nell'ottobre del 1943 ai B-26 Marauders si unirono i B-25 Mitchell, e per il resto dell'anno il gruppo continuò ad operare a sostegno delle truppe alleate in Nuova Guinea.

Nel febbraio 1944 l'unità fu rinominata Heavy Bombardment Group e ricevette il Consolidated B-24 Liberators. Con i suoi nuovi bombardieri pesanti il ​​gruppo attaccò obiettivi su Borneo, Ceram e Halmahera, tra cui il cruciale giacimento petrolifero delle Indie orientali olandesi.

Nel settembre 1944 il gruppo spostò la sua attenzione sulle Filippine, attaccando obiettivi a Leyte. Si trasferì a Leyte il 15 novembre 1944. Da allora fino all'agosto 1945 volò contro obiettivi su Luzon, oltre a sostenere la campagna sul Borneo e persino spingersi fino alla Cina.

Infine, il 15 agosto 1945 l'unità si trasferì a Okinawa, da dove effettuò una serie di missioni di ricognizione armata nel sud del Giappone per assicurarsi che i termini di resa fossero rispettati.

Libri

Aerei

B-18 e Martin B-26 Malandrino: 1940-1941 (addestramento)
Martin B-26 Malandrino: 1941-1943
Martin B-26 Marauder e North American B-25 Mitchell: ottobre 1943-febbraio 1944
Liberatore B-24 consolidato: febbraio 1944-1945

Sequenza temporale

22 dicembre 1939Costituito come 22° Gruppo Bombardamento (Medio)
1 febbraio 1940attivato
febbraio 1942In Australia con la Fifth Air Force
febbraio 194422° Gruppo Bombardamento Ridesignato (Pesante)

Comandanti (con data di nomina)

Tenente colonnello Ross F. Cole: febbraio 1940
Tenente colonnello John L Moore: 1940
Maggiore Lewis M Merrick: 20 febbraio 1941
Maggiore Mark L Lewis Jr: ottobre 1941
Tenente colonnello Millard L Haskin: 10 dicembre 1941
Tenente colonnello Dwight D. Divine II: 19 maggio 1942
Tenente colonnello George R Anderson: marzo 1943
Tenente colonnello Roger E. Phelan: giugno 1943
Colonnello Richard W. Robinson: febbraio 1944
Colonnello Leonard T. Nicholson: 21 gennaio 1945
Tenente colonnello James E. Sweeney: 24 settembre 1945

Basi principali

Mitchel Field, NY: 1 febbraio 1940
Langley Field, Virginia: 14 novembre 1940
Muroc, California: 9 dicembre 1941-31 gennaio 1942
Brisbane, Australia: 25 febbraio 1942
Ipswich, Australia: 8 marzo 1942
Townsville, Australia: 7 aprile 1942
Woodstock, Australia: 5 luglio 1942
Iron Range, Australia: 29 settembre 1942
Woodstock, Australia: 4 febbraio 1943
Dobodura, Nuova Guinea: ottobre 1943
Nadzab, Nuova Guinea: gennaio 1944
Owi, Isole Schouten: 17 agosto 1944
Leyte: 15 novembre 1944
Anguar: 26 novembre 1944
Samar: 21 gennaio 1945
Clark Field, Luzon: marzo 1945
Okinawa: 15 agosto 1945

Unità componenti

2° Squadrone di Bombardamento: 1940-1952
19° Squadrone di Bombardamento: 1940-1952
33° Squadrone di Bombardamento: 1940-1952
408a squadriglia di bombardamento: 1942-1952

Assegnato a

V Comando Bombardieri, Fifth Air Force: 1942-1945


22° Stormo Rifornimento Aereo

Il 22d Ala Rifornimento Aereo è un'unità della United States Air Force assegnata alla Eighteenth Air Force dell'Air Mobility Command. È di stanza presso la McConnell Air Force Base, nel Kansas, e funge anche da ala ospite per McConnell.

La sua missione principale è fornire una portata globale effettuando il rifornimento aereo e il trasporto aereo dove e quando necessario. È una delle sole tre ali "supertanker" dell'Air Force, con quattro squadroni di rifornimento aereo dell'aeronautica regolare e 47 Boeing KC-135R Stratotanker e Boeing KC-46 Pegasus. [ citazione necessaria ]

Le sue origini risalgono al 1940 come 22d gruppo di bombardamento. Il gruppo è stato una delle prime unità delle forze aeree dell'esercito degli Stati Uniti ad essere schierate nel Pacific Theatre dopo l'attacco di Pearl Harbor con il bombardiere medio Martin B-26 Marauder. Il 22d Operations Group porta il lignaggio e la storia della sua pluridecorata unità predecessore della Seconda Guerra Mondiale. Attivo per oltre 60 anni, il 22 Air Refuelling Wing e la sua precedente designazione come 22d Bombardment Wing, era un'ala componente della forza deterrente dello Strategic Air Command durante la Guerra Fredda.

Il 22d Air Refuelling Wing è comandato dal colonnello Richard Tanner. [3] Il suo vicecomandante è il colonnello Mark Baran. [4] Il Sergente Maggiore Capo del Comando di Ala è il sergente maggiore Melissa Royster. [5]


22° Gruppo Bombardamento - Storia

Radioman, Sgt. Thomas A. Morgan (in ginocchio, al centro), Rison, AR
Pilota, Lt. Milton O. Mo Johnson (in piedi, secondo da sinistra), York , NE
Gunner, Cpl Vernon D. Huddleston ( in ginocchio, a destra), Dayton, OH

sergente Thomas Arlington Morgan
Rison, Arkansas
1919 - 1942

Thomas Arlington Morgan è nato il 23 dicembre 1919 dai suoi genitori Charlie ed Ethel Herrington Morgan nella comunità rurale di Herbine nella contea di Cleveland, in Arkansas. Era il bambino della famiglia che lo precedeva erano i fratelli Martin (nato nel 1915) e J. B. (nato nel 1917). Suo padre Charlie sosteneva la famiglia coltivando e consegnando ogni giorno a cavallo un percorso di posta stellare. La giovane famiglia se la cavò bene, ma le cose si fecero molto più dure rapidamente quando nel 1920 Charlie contrasse un grave ceppo di polmonite e morì all'età di trent'anni. A soli venticinque anni, Ethel si ritrovò con tre bambini sotto i cinque anni, Thomas che aveva meno di un anno. Presto trasferì la famiglia nella più grande città della contea, Rison, per cercare possibilità di lavoro. Li ha sostenuti per i primi anni lavorando per il signor Callaway come impiegato presso la sua farmacia locale.

Martin si arruolò nella Marina nel 1934 e scontò i suoi quattro anni, uscendo nel 1938 per rientrare nella forza lavoro a casa acquistando un caffè in centro e cercando scuole da frequentare. Ha anche lavorato presso l'azienda locale di Moore's Wholesale alla guida di un camion e alle consegne. J.B. lasciò la scuola per un po' e lavorò, poi finì il liceo nel 1938 e cercò un'ulteriore istruzione. Thomas andò a scuola, diplomandosi alla Rison High School nel 1937 e frequentando per un certo periodo l'A & M College nella vicina Monticello, in Arkansas. Alla fine decise che la sua fortuna giaceva da qualche parte "nel selvaggio blu laggiù" e si arruolò nell'US Army Air Corps il 23 ottobre 1940.

Anche se non possiamo esserne certi, pensiamo che la sua formazione di base sia avvenuta a Jefferson Barracks vicino a St. Louis, nel Missouri. Successivamente si è trasferito a Scott Field, Illinois (anch'esso vicino a St. Louis) dove ha frequentato corsi di formazione per operatori radio. A quanto pare poi è andato a Langley Field a Langley, in Virginia. Nel luglio del 1941 inviò a sua madre una foto di un B26 da una rivista dicendole: "La maggior parte del mio volo sarà fatto con il nuovo B-26, quindi ti mando un ritaglio di uno così saprai cosa sono in volo. Ne abbiamo 11 nel nostro sqdn. Ma sono dipinti con la nuova vernice mimetica dell'aviazione. Al tempo di Pearl Harbor, nel dicembre del 1941, Thomas era ancora a Langley Field. Fu immediatamente inviato sulla costa occidentale (Muroc, California e March Field a Riverside, California) dove gli equipaggi effettuarono pattuglie antisommergibile lungo la costa. Scriveva spesso a sua madre Ethel, dicendole dove si trovava e cosa stava facendo - come meglio poteva - a volte ricorrendo a indizi e incoraggiandola a "leggere tra le righe".

Martin rientrò nella Marina degli Stati Uniti nel dicembre del 1941 e fu immediatamente inviato a Little Creek, in Virginia, dove fu addestrato e prestò servizio come capo di una guardia navale armata a bordo di navi mercantili civili che trasportavano rifornimenti e personale in tutto il mondo. J.B. si arruolò nell'esercito degli Stati Uniti nel marzo del 1942 e alla fine sarebbe stato inviato in Nord Africa, Sicilia e Italia dove fu assegnato a un battaglione di polizia militare che trattava i prigionieri di guerra tedeschi.

Dalla costa occidentale, Thomas fu mandato a Hickam Field, nelle Hawaii, dove scrisse a casa: "Bene, eccomi qui, dove tutto è iniziato". imbarcati su navi a San Francisco per fare il viaggio alle Hawaii. Dopo essere stato lì per un po', lui e il resto del suo gruppo furono mandati in Australia a Garbutt Field vicino a Townsville. Nel giugno del 1942 scrisse a sua madre da quello che chiamò "campo". Le disse che gli piaceva il paese e la gente dell'Australia, dicendo "hanno trattato bene tutti gli americani". Da quello che ho imparato e posso mettere insieme dalla storia conosciuta e dalle sue lettere, Thomas faceva parte del Malandrino originale gruppo che prese parte ai primi bombardamenti dall'Australia su Rabaul e Nuova Guinea, anche se non sappiamo esattamente in quali missioni fu coinvolto. Ethel ricevette diversi telegrammi durante i mesi di maggio e giugno 1942 da Thomas che le diceva che era "salvo e sano, vedendo molta azione".

Ethel ha fatto la sua parte per lo sforzo bellico (oltre al fatto di mandare tutti i suoi figli a servire) - ha fatto domanda ed è stata accettata per frequentare l'addestramento presso l'arsenale di Pine Bluff nella vicina Pine Bluff, in Arkansas, che era appena in costruzione. Ha scritto a Thomas che stava "andando a scuola per fare bombe". Stava per terminare l'addestramento nel luglio del 1942 quando ricevette il temuto telegramma che le diceva che l'aereo di Thomas era stato perso durante una missione di bombardamento a Lae, in Nuova Guinea, il 4 luglio 1942.

La famiglia di Thomas non ha mai veramente capito cosa accadde quella mattina di luglio del 1942. Ethel ricevette lettere dai suoi amici e ufficiali con varie versioni della storia, ma mai alcuna informazione concreta. Per quanto ne sappiamo, lui e i suoi sette compagni di equipaggio morirono quel 4 luglio 1942. Alla fine della guerra nel 1945, Ethel fu informato che il suo stato stava cambiando da "Disperso" a "Ucciso in azione". Nonostante ciò, non ha mai perso la speranza, credendo fino alla sua morte nel 1984 che lui fosse ancora là fuori da qualche parte. (Andò a lavorare al Pine Bluff Arsenal all'inizio del 1943, facendo carpooling ogni giorno con altri di Rison, producendo munizioni per la guerra. Entrambi gli altri suoi ragazzi tornarono a casa dopo la guerra. Martin divenne lo sceriffo della contea di Cleveland per un tempo e poi ha iniziato la propria attività di successo. JB è stato il capo della polizia di Rison e poi l'esattore delle entrate statali dell'Arkansas nella contea di Cleveland per molti anni. Purtroppo, come si è scoperto, Ethel sopravvisse a tutti i suoi figli - Martin morì nel 1966 e JB nel 1976.)

Di recente, la società di genealogia nella contea in cui viveva la famiglia ha iniziato il progetto di onorare tutti i veterani della seconda guerra mondiale intervistando coloro che vivevano e chiedendo informazioni alle famiglie su coloro che erano deceduti. Mi è sembrato il momento perfetto per fare una piccola ricerca per vedere cosa avrei potuto trovare sullo zio che non ho mai potuto conoscere. Poiché in famiglia non c'era nessuna persona vivente che lo conoscesse bene, mi sono rivolto a Internet. Sono rimasto piuttosto stupito di trovare non solo informazioni credibili sull'incidente, ma anche una foto di Thomas e dell'equipaggio che nessuno della famiglia aveva mai visto.

Grazie a quella scoperta e contattando questo sito Web B26 e conversando con Trevor Allen, ora sappiamo che questa è la storia di Marauder #40-1468

Il 4 luglio 1942 otto B26 avrebbero dovuto attaccare l'aeroporto di Lae nel primo pomeriggio. Il piano prevedeva che il tenente Krell guidasse la prima formazione di quattro velivoli, che comprendeva Greer, Stanwood e Hayes dello squadrone del quartier generale, mentre il tenente Kahle seguiva con il secondo volo composto da tenenti Johnson, Nicholson e Nichols del 33° squadrone.

Krell è arrivato sul bersaglio a circa 7,000' con la formazione di Kahle che lo segue a distanza. Sganciando le bombe, la formazione di Krell mantenne la propria quota, volò verso est, quindi fece un'ampia virata a destra verso la riva nella speranza di fornire copertura a Kahle, il cui volo era indietro di circa quattro minuti. Tuttavia, le bombe di Krell avevano allertato i combattenti a terra, e stavano salendo per guadagnare quota proprio mentre la formazione di Kahle passava sopra il bersaglio a 5.000 piedi.

Tutti si sentivano più sicuri con le armi aggiunte, la velocità e la formazione serrata. Gli Zero si schierarono a destra e un po' più in alto per mettersi in posizione per il loro attacco. Un attaccante Flyer 1st Class Mitsuo Suizu, sembrava insolitamente persistente. Improvvisamente si è diretto verso la formazione dalla posizione dell'una e ha costretto i B26 a scendere. Krell si voltò leggermente per affrontare lo Zero in arrivo. Mentre passava sul suo lato sinistro ad una velocità di 500 miglia orarie, il mitragliere sinistro, il sergente Norton, ha spruzzato la cabina di pilotaggio con il fuoco della mitragliatrice, forse ferendo o uccidendo il pilota.

Lo Zero sfrecciò attraverso la formazione così velocemente che gli altri aerei ebbero a malapena la possibilità di reagire. In una frazione di secondo Nichols, l'ala sinistra del volo di Kahle, sollevò la sua ala quel tanto che bastava perché lo Zero scivolasse sotto di lui. Johnson, in quarta posizione, non aveva un posto dove andare. Lo Zero si tuffò direttamente nella fusoliera di Johnson. Per un secondo l'elica dello Zero innestò quella del bombardiere, poi sembrò che il caccia colpisse la fusoliera e rimbalzasse via per tagliare la coda verticale del bombardiere con la sua ala. Lo Zero si allontanò e per un po' la fusoliera malconcia volò dritta e livellata come se nulla fosse successo. Il bombardiere senza coda continuò il suo slancio in avanti per alcuni istanti, traballò, poi andò in una virata fatale finché non precipitò dritto in mare un minuto o giù di lì. Spruzzi di altri pezzi di entrambi i piani punteggiavano la superficie del mare. Gli aviatori sbalorditi cercavano senza fiato i paracadute, ma non ce n'erano.

Tratto da: La vendetta dei predoni rossi La storia illustrata del
22° gruppo di bombardamenti durante la seconda guerra mondiale (Aquile sul Pacifico, volume 2)
Scritto da: Walter Gaylor, Don Evans, Harry Nelson e Lawrence J. Hickey

Stranamente, uno dei coautori del libro di cui sopra era un tenente che scrisse a mia nonna Ethel dopo la morte di Thomas, Walter Gaylor. Speravo di contattarlo per ringraziarlo delle sue parole generose e gentili che le hanno dato molto conforto. Purtroppo ho saputo della sua scomparsa qualche anno fa. Un'altra persona che era un buon amico di Thomas era Hubert Newell di Dayton, nel Tennessee. Anche io speravo di raggiungerlo, ma recentemente ho scoperto che è morto anche lui. Spero che se qualcuno dei membri della famiglia dei compagni di equipaggio di Thomas si trovasse qui, sarei molto interessato a entrare in contatto. (Erano: Lt. Milton L. Johnson, pilota Lt. Lawrence I. Werner, copilota Lt. John F. Daley, Jr., navigatore Lt. Philip L. Jander, Bombardier S/Sgt. William C. Smith, ingegnere e caporale Vernon D. Huddleston, artigliere.)

Il tempo è poco, penso, ma spero che ci sia qualcuno là fuori che si ricordi di Tommy Morgan, perché mi piacerebbe sicuramente incontrarlo.

Una lapide in onore di Thomas si trova accanto alle tombe dei suoi genitori in un cimitero rurale nella contea di Cleveland, non lontano da dove è nato. Un altro memoriale lo onora lontano nel cimitero americano di Fort William McKinley a Manila, nelle Filippine. Dopo la guerra, la gente della contea di Cleveland, in Arkansas, eresse un monumento ai caduti in Courthouse Square e lo dedicò il Memorial Day, 1946. Il memoriale fu sponsorizzato dall'American Legion Post locale che cambiò il loro nome ufficiale per conferire onori a due dei loro eroi di guerra quell'anno. Era, ed è tuttora, chiamata American Legion, Hall-Morgan Post 83, in onore di un certo Mr. Hall, un veterano che ha dato tutto se stesso in Francia durante la prima guerra mondiale, e dell'eroe della nostra famiglia, il sergente. Thomas A. Morgan.

So dalle sue lettere che si trovava in questi luoghi: Scott Field IL, Langley VA, March Field CA, Muroc CA, Hickam Field - Hawaii, Australia

Rebecca Morgan Cheney,
Nipote di Thomas Morgan
8/22/07


la rampa


Thomas Morgan


E.N. Morgan (nessuna relazione)


Mia nonna ha scritto sul retro: "Questo è Tom sull'aereo al lavoro".


Thomas è il secondo dietro a sinistra


Thomas, a sinistra, e DC Morris


Tommaso


Tommaso


Thomas in piedi di fronte a un edificio con il nome "33rd Bomb Squad"
la data stampata sul retro della foto è il 27 novembre 1941 - LaCrosse, Wisc.


Thomas è a sinistra


Don Sutter


DC Morris

* Nota che l'American Legion Post 83 locale prende il nome da mio zio - (Hall era un veterinario della prima guerra mondiale - non so se il signor Hall e Tommy siano stati i primi ad essere elencati come dispersi o i primi ad essere stati uccisi in azione)


Thomas ha inviato questo a sua madre nel luglio 1941 in modo che sapesse con che tipo di aereo stava volando.


La vendetta dei predoni rossi: la storia illustrata del 22° gruppo di bombardamenti durante la seconda guerra mondiale

Revenge of the Red Raiders porta il lettore in un viaggio indimenticabile con i giovani aviatori americani attraverso le zone di guerra del Southwest Pacific Theatre durante la seconda guerra mondiale. Questo resoconto completo e definitivo di una delle più importanti unità di bombardamento dell'Army Air Force americana segue il 22nd Bomb Group dalla sua formazione e addestramento prebellici negli Stati Uniti, attraverso Revenge of the Red Raiders, che porta il lettore in un viaggio indimenticabile con i giovani aviatori americani attraverso le zone di guerra del Southwest Pacific Theatre durante la seconda guerra mondiale. Questo resoconto esaurientemente ricercato e definitivo di una delle principali unità di bombardamento dell'Army Air Force americana segue il 22nd Bomb Group dalla sua formazione e addestramento prebellico negli Stati Uniti, attraverso il suo dispiegamento nell'Australia settentrionale durante i primi giorni della seconda guerra mondiale, fino alla fine del conflitto sul isola di Okinawa. Il 22nd Bomb Group è stato il primo gruppo aereo a ricevere il nuovo bombardiere medio B-26 Marauder quando ha iniziato a uscire dalla linea di produzione Martin all'inizio del 1941. La lotta per testare l'aereo altamente avanzato, prodotto senza un prototipo, e addestrare il equipaggi agli standard della nuova generazione di bombardieri medi è completamente coperto in questo testo. Dopo l'attacco giapponese a Pearl Harbor, il 22° fu la prima unità di bombardamento americana a schierarsi nel teatro di combattimento del Pacifico con una dotazione completa di aerei. Il Gruppo ha aperto la strada alla rotta di transito da un'isola all'altra del Pacifico verso l'Australia e due dei suoi aerei hanno condotto un attacco alla portaerei giapponese Akagi durante la decisiva battaglia di Midway.

Nell'aprile del 1942, una volta sistemati nell'Australia settentrionale, gli uomini del 22° furono immediatamente lanciati in battaglia senza protezione da caccia per arginare l'onda anomala giapponese che minacciava di sopraffare la fatiscente posizione alleata nel Pacifico sudoccidentale, e condussero alcuni dei primi bombardamenti sull'aeroporto giapponese di Lae e sul bastione di Rabaul da aeroporti primitivi in ​​Nuova Guinea. Queste prime operazioni aeree americane sono tra le più emozionanti della guerra del Pacifico e sono completamente coperte da testi e foto delle parti americana e giapponese. Sebbene inizialmente equipaggiato con il B-26 Marauder, il 22° in seguito si convertì parzialmente al B-25 Mitchell prima di diventare un'unità di bombardamento pesante B-24 Liberator durante la primavera del 1944 e continuare la lotta attraverso il Pacifico sudoccidentale fino alle porte del Giappone . Il Gruppo divenne l'unica unità dell'Aeronautica Militare ad affondare un incrociatore nemico durante la guerra.


Sezione II: Fase formativa

Le reclute furono trasferite da diversi campi e, era a Gowen Field, Boise, Idaho, il 77th aveva uno dei suoi famosi comandanti di squadrone, il maggiore Harry Wilson, un tempo mediano di West Point All-American, noto al mondo dello sport come "Light Horse Harry", e valutato dall'immortale Rockne come il più grande mediano di tutti i tempi. Più tardi nell'estate di quell'anno (1941) il maggiore Robert O. Cork assunse le funzioni assegnate di ufficiale in comando, con il maggiore Wilson che andò al 16th Reconnaissance Squadron. A questo punto lo Squadron stava crescendo, aggiungendo un B-18A e un PT-17 alla flotta, per un totale di tre (3) aeroplani. I primi nuovi ufficiali di volo si unirono allo Squadrone nel settembre 1941.

Durante il settembre 1941, lo Squadron partì da Gowen Field, Boise, Idaho, per l'aeroporto di Ontario, Ontario, Oregon, per partecipare alle manovre sul campo iniziate il 23 settembre 1941.

All'Ontario furono presi accordi in anticipo per lo Squadron, e la palestra del liceo fu usata per alloggiare le truppe, e una sala della comunità giapponese usata per le strutture di disordine. Lo scaglione di terra è stato spostato da un camion e due (2) aerei B-18A sono stati utilizzati per far volare gli equipaggi dell'aria da combattimento nell'area di manovra.

Il posto di comando è stato istituito presso l'aeroporto dell'Ontario e le condizioni di combattimento effettive sono state simulate per quanto possibile. Camion e tende sono stati dispersi e mimetizzati, ma non è stato fatto alcun tentativo di false installazioni. La difesa chimica è stata resa di routine dal trasporto costante della maschera antigas e sono stati effettuati una serie di attacchi che impiegano fumo e gas CN. Al primo attacco venti (20) uomini erano senza maschere antigas e sono stati immediatamente dichiarati vittime.

L'addestramento aereo consisteva in due (2) tre (3) ore di volo giornalieri e un (1) tre (3) a cinque (5) ore di volo notturno, in condizioni di guerra simulate. Lo Squadron aveva solo due (2) aerei B-18 in queste manovre e solo quattro (4) primi piloti. Gli ufficiali di stato maggiore dello squadrone erano tre (3) dei quattro (4) primi piloti e ricevettero un addestramento molto prezioso.

Lo Squadron era a corto di tutto per tenere con successo le manovre sul campo. Trasporto, legname e consegna tardiva del cibo sono state solo alcune delle difficoltà incontrate. Le mitragliatrici da terra e le armi laterali non erano disponibili e si sperimentava la solita quantità di "burocrazia".

È interessante notare che tre (3) uomini su quattro (4) arruolati che si sono presentati per malattia il primo giorno sul campo, hanno riportato vesciche sul tallone del piede sinistro. Indubbiamente il cibo sinistro veniva usato più del destro, oppure, gli uomini non erano abituati ad indossare scarpe G.I.

Una grande pubblicità è stata data alle manovre dai giornali locali, ei cittadini dell'Ontario e del territorio circostante sono stati contenti che la “Battaglia dell'Oregon” abbia avuto origine dalla loro città.

"L'ultimo bombardiere medio, il B-26"

Nell'ottobre 1941, i tenenti Meals, Pickard e Tuma si recarono a est alla fabbrica di aeroplani Glenn L. Martin a Baltimora, nel Maryland, e furono controllati nell'ultimo bombardiere medio dell'esercito, il B-26. Questi ufficiali furono tra i primi a pilotare "l'aereo più caldo del mondo".

Dopo che i primi B-26 furono traghettati a Gowen Field da Lts. Meals, Pickard, Tuma e Dancer, il maggiore Cork con i suoi piloti, le squadre di combattimento e le squadre di manutenzione, iniziarono sul serio a costruire uno squadrone di bombardamento medio da combattimento e duro. Allo scoppio della guerra, il nostro squadrone era un gruppo di uomini frenetici, che addestrava, volava e sviluppava nuove tattiche sotto la guida del maggiore Cork e del colonnello Hart, quest'ultimo ufficiale comandante del 42° gruppo di bombardamento. Anche se i nostri equipaggi erano ben lungi dall'essere ben addestrati, due (2) giorni dopo la formale dichiarazione di guerra con l'Asse, il 77esimo fu trovato su molti campi della costa occidentale, da Payne Field, Washington a Murock Lake, California. Gli uomini non si rendevano conto che di tutti gli squadroni di bombardamento sulla costa occidentale, sarebbero stati i primi a lasciare gli Stati Uniti per il dovere all'estero, per proteggere i diritti del nostro governo e le abitudini del popolo americano.

Il 3 gennaio 1942, lo Squadrone era sulla sua prima tappa a Elmendorf Field, Alaska. Nelle settimane successive, a causa delle difficili condizioni di volo, delle piste corte e del terreno più accidentato e inesplorato del Nord America, lo Squadron perse cinque (5) dei suoi tredici (13) aerei. Lievi ferite sono state riportate ma nessuno è rimasto ucciso.

Il tenente Doolittle, con tre (3) aeroplani, partì per Elmendorf Field, Anchorage, Alaska, il 16 gennaio 1942, da Edmonton, Canada. L'intero volo ha effettuato un atterraggio di emergenza in una posizione N. latitudine 50 52', longitudine 126 03'E dopo aver perso la rotta e essere stato coinvolto nel maltempo e nell'oscurità. Due giorni dopo gli aerei furono localizzati e gli equipaggi furono evacuati a Watson Lake, Y.T. in aereo da sci. È stato riferito che i nativi della posizione di cui sopra chiamarono la valle "Million Dollar Valley", poiché gli aerei precipitati non potevano essere rimossi a causa del terreno.

All'arrivo a Elmendorf Field, Anchorage, Alaska, lo Squadrone fu assegnato al 28th Composite Group. I primi mesi del 1942 videro lo Squadrone addestrarsi e acclimatarsi alle condizioni meteorologiche e di volo che avrebbe dovuto incontrare nelle Aleutine.

L'addestramento consisteva in missioni di pratica e pattugliamento nel Pacifico settentrionale.
Durante questo periodo si sono verificati due (2) incidenti mortali. Il 31 gennaio 1942, lo Squadron ebbe il suo primo incidente mortale. Un B-26 si è schiantato durante il decollo da Elmendorf Field e P.F. C. Ernest P. Everheart, 18015127, è stato ucciso. Una donazione in denaro è stata fatta da ogni uomo dello Squadrone e una targa di bronzo è stata consegnata ai suoi genitori, il signor e la signora Ernest K. Everheart, in onore e memoria del loro figlio con questa iscrizione. “Privato di prima classe Ernest P. Everheart, 77th Bombardment Squadron, Alaskan Air Force che morì il 31 gennaio 1942 mentre svolgeva le sue funzioni di ingegnere aereo. Dai membri del suo Squadrone.”

Il 29 aprile 1942, un B-26 incontrò un "williwaw" appena fuori dalla pista di Kodiak e si schiantò sulle montagne. Tre (3) ufficiali e due (2) soldati sono stati uccisi.

Nel febbraio di quest'anno (1942) il tenente Meals divenne di nuovo comandante del 77th, sostituendo il maggiore Cork che fu trasferito al quartier generale del 28th Group (C).

Le condizioni di vita a Elmendorf Field erano buone ma il morale dello Squadrone era basso. La mancanza di fiducia nell'aereo B-26 e l'improvviso cambiamento dal "fronte USO" all'Alaska, e la confusione generale, avevano la tendenza a tenere basso il morale.

Prima fila: (da sinistra a destra): 1st Lt E.P. Scalet, Navigatore 1° Lt M.I. Temple, pilota tenente P.E. Welliver, copilota. Riga posteriore: (da sinistra a destra): S/Sgt R.J. Strohecker, mitragliere di coda T/Sgt T.F. Richardson, mitragliere a torretta T/Sgt T.F. Richardson, mitragliere a torretta T/Sgt W.H. Biggs, operatore radiofonico.

Per gentile concessione della Joint Base Elmendorf Richardson, Office of History.


22° Gruppo Bombardamento - Storia

Sfondo
Il 22 aprile 1942 il 18th Reconnaissance Squadron (18th RS) fu rinominato 408th Bombardment Squadron (Medium) assegnato al 22nd Bombardment Group (22nd BG) con base a Reid River Airfield con B-26. Il 22 aprile 1942 il 18th Reconnaissance Squadron fu rinominato 408th Bombardment Squadron (Medium).

Storia del tempo di guerra
Il 21 aprile 1942 prima missione di combattimento.

Il 15 maggio 1942 si schiantò al decollo il pilota B-26 "Lil Deicer" 40-1390 Rye (KIA) subì un guasto al motore e si schiantò durante il decollo dal Reid River Airfield uccidendo l'intero equipaggio.

Il 24 maggio 1942 il pilota del B-26 "Imogene VII" 40-1474, il secondo tenente Harold L. Massie, fu abbandonato nella Wide Bay su New Britain con due MIA nello schianto e uno ferito e poi morto. Il resto dell'equipaggio sopravvive con in seguito catturato dai giapponesi e diventa Prisoners Of War (POW) e successivamente giustiziato. Gli altri vengono poi salvati da un Catalina della RAAF e tornati in servizio.

All'inizio di giugno 1942, i bombardieri dell'aeronautica militare statunitense (USAAF) furono fatti volare da Hickam Field su Oahu a Midway Airfield prima della battaglia di Midway. I bombardieri includevano quattro B-26 Marauders di cui due del 38th Bombardment Group (38th BG), il 69th Bombardment Squadron (69th BS) B-26 pilotato dal capitano James F. Collins e il B-26 41-17570 pilota 1st Lt William S. Watson più due dal 22nd Bombardment Group (22nd BG), 408th Bombardment Squadron (408th BS) inclusi B-26 "Satan's Playmate" 40-1424 e B-26 "Suzy-Q" 40-1391.

Il 4 giugno 1942 durante la battaglia di Midway due bombardieri dello squadrone decollarono dal Midway Airfield armati di siluri: il B-26 "Satan's Playmate" 40-1424 pilota 1st Lt Herbert C. Mayes (MIA) e il B-26 "Susie-Q" 40 -1391 pilota 1st Lt. James P. Muri vola sul ponte di Akagai e la forza di ritorno atterra tornando a Midway Airfield.


22° Gruppo Bombardamento - Storia

Costituito come 22nd Bombardment Group (Medium) il 22 dicembre 1939 e reso attivo il 1 febbraio 1940, a Mitchell Field, NY. Il gruppo prestò servizio sotto il 2° Stormo di Bombardamento. Composto dal 19°, 20°, 33° Squadrone di Bombardamento e dal 18° Squadrone di Ricognizione, il gruppo si è addestrato con i bombardieri e gli aerei da ricognizione B-18 e B-26. Nel novembre 1940 il gruppo si trasferì a Langley Field, in Virginia. Mentre si trovava a Langley, il 22 si addestrava al bombardamento, alla ricognizione e alla sorveglianza del mare. Gli equipaggi del 22° effettuarono anche missioni operative, mantenendo la sorveglianza dei sottomarini tedeschi che pattugliavano al largo della costa orientale americana.

Il 7 dicembre 1941 una task force della portaerei giapponese attaccò Pearl Harbor, nelle Hawaii. L'unità ha iniziato a schierarsi a Muroc Bombing Range, in California, entro 18 ore dopo l'attacco. Settantadue ore dopo Pearl Harbor, il 22 iniziò le operazioni antisommergibile sull'Oceano Pacifico.

Nel febbraio 1942, i B-26 del gruppo furono imballati e spediti a Hickam Field, nelle Hawaii. Una volta lì, i tecnici hanno riassemblato e testato l'aereo. Alla fine di marzo il 22 ha iniziato il suo viaggio di 3.480 in Australia, rendendolo il dispiegamento di massa più lungo di un gruppo di bombe intatto. Il 5 aprile 1942, il gruppo lanciò la sua prima missione di combattimento dalle basi in Australia. Questa azione ha reso il 22 la prima unità di bombe ad ingaggiare il nemico. L'unità ha usato i suoi bombardieri B-26 per attaccare navi nemiche, installazioni e aeroporti in Nuova Guinea e Nuova Gran Bretagna. Il gruppo ha anche bombardato concentrazioni di truppe, installazioni e navi mercantili nemiche in Nuova Guinea. Il 5 novembre 1943, il gruppo bombardò le trincee nemiche, vicino a Dumpu e Wewak, aiutando gli sforzi delle forze di terra australiane per liberare l'isola. Questa operazione ha guadagnato al 22° la sua seconda Citazione Distinguished Unit (DUC) come indicato nella citazione del premio:

. il 22° Bombardment Group (M), allora composto da uno squadrone di B-24 e tre squadroni di B-25 con sede a Dobodura, Nuova Guinea, per spazzare via le posizioni giapponesi. Quando i 32 bombardieri medi si avvicinarono al bersaglio, la copertura nuvolosa li costrinse a scendere a una quota pericolosamente bassa. Sebbene avrebbero potuto onorevolmente tornare indietro, continuarono la loro discesa, sfidando il fuoco antiaereo concentrato e individuando con precisione oltre 23 tonnellate di bombe su bersagli estremamente piccoli, difficili da localizzare a causa del terreno e situati a poche centinaia di piedi di fronte al forze australiane. Ogni nota posizione occupata dal nemico nell'area fu distrutta, consentendo alle truppe di terra australiane di avanzare e scacciare i rimanenti giapponesi. La precisione con cui il 22° Gruppo di Bombardamento (M), distrusse le trincee nemiche, non solo salvò le truppe di terra da gravi perdite, ma permise anche alla spinta alleata di continuare.

By replacing its B-25s and B-26s with B-24s in February 1944, the group became the 22nd Bombardment Group (Heavy) making it the only known Army Air Forces/Air Force unit to engage the enemy with distinction in three different types of aircraft. The group also gained the nickname "Red Raiders" named after the group commander s, Col. Richard W. Robertson, first B-24.

Equipped with B-24s and operating from new bases in New Guinea, the 22nd attacked Japanese airfields, shipping and oil fields and installations in Borneo, Ceram and Halmahera. In September 1944, the group attacked the Japanese bases in the southern Philippines in preparation for the allied invasion of the island of Leyte. From December 1944 to August 1945, the Raiders attacked airfields and bases on the island of Luzon, the largest of the Philippine islands and location of the Capitol, in support of the allied forces' effort to liberate the islands. In addition, the group supported Australian ground forces on Borneo and bombed railways and industries in Formosa (today known as Taiwan or Republic of China) and China (Mainland China or Peoples Republic of China). The unit moved to Motobu, Okinawa, and flew reconnaissance missions over southern Japan.

After the war, the 22nd remained in the theater under Far East Air Forces, Pacific Air Forces' predecessor. In November 1945, the 22nd moved without personnel and equipment to Clark Field, Philippines. In April 1946, the group became the 22nd Bombardment Group (Very Heavy), and returned to Okinawa-- this time, to Kadena Air Base. The following month, the unit replaced their older planes for B-29 Superfortresses and remanned in June 1946. The group remained at Kadena until it moved to Smoky Hills AFB, near Salina, Kan. in May 1948.

Like other combat groups during the now independent Air Force's first reorganization, the 22nd became subordinate to a newly created wing with the same number designation. On 1 August 1948, the Group joined the newly created the 22nd Maintenance and Supply Group and the 22nd Air Base Group that made up the newly established the 22nd Bombardment Wing. In 1952, the Air Force reorganized, inactivating the groups.

After the Cold War, Air Force planners looked back to the first organization, what they called the objective wing, to restructure the Air Force in the post Cold War era.
Providing Air Force assets in support of world peace through readiness and the deterrence of armed aggression. This commitment also includes supporting the Department of Defense in many contingency situations, from strategic force projection and strategic force mobility, to humanitarian assistance. Assigned to the Air Mobility Command, the 22nd Air Refueling Wing is the host unit at McConnell Air Force Base, Kan. Commanded by Colonel Frederick Roggero, the wing consists of four groups: the 22nd Operations Group, 22nd Logistics Group, 22nd Support Group and the 22nd Medical Group.

Activated as the 22nd Bombardment Wing on August 1, 1948 at Smoky Hill AFB, Kan., the wing shared its commander with the 301st Bombardment Wing until the 22nd moved to March AFB, Calif., on May 9, 1949. There, the 22nd had a commander in common with the 1st Tactical Fighter Wing until the fighter unit moved to George AFB, Calif., the next year.

In July 1950, the wing deployed its B-29s to Okinawa, Ryukyu Islands, to participate in the Korean War. Operating from their island base, the 22nd s Superfortresses bombed North Korean marshaling yards, airfields and industries. The unit also provided air support to United Nations ground forces defending the South Korean nation from the communist invaders. After eliminating all of its assigned strategic targets, the 22nd returned to March AFB in October 1950. In 1952, the wing added the KC-97 Stratofreighter tanker to its inventory.

The next year, the wing retired its B-29 fleet and replaced them with the jet powered B-47 "Stratojet." With this 600 mile-per-hour plane, wing aircrews flew the longest non-stop mass flight in history. It happened in 1954 when the 22nd's crews flew 5,840 miles from England to California.

The 22nd Air Refueling Wing converted to the KC-135 Stratotanker, a jet refueling tanker developed from the Boeing 707 airframe and the B-52B Stratofortress.

By late 1963, the wing had finished converting its bomber and tanker fleet to and assumed strategic alert status a short time later.

The Gulf of Tonkin incident in 1964 brought the 22nd into its third major conflict in as many decades. The wing's KC-135s refueled Tactical Air Command aircraft deploying to Southeast Asia, and supported Strategic Air Command bombers on rotation to Anderson AFB, Guam.

During the war in Vietnam, the 22nd Bombardment Wing deployed aircraft and crews several times, participating in operations such as Young Tiger, Rolling Thunder, Arc Light, and Linebacker II. In March 1973, the wing received an Air Force Outstanding Unit Award for its operations in Southeast Asia--the fourth in its history before returned to nuclear deterrence alert at the war's end.

In August 1982, the wing received the first of its fleet of new KC-10A Extenders, making the 22nd the second Air Force unit to use the giant new tankers. Two months later, the wing lost its bomber mission and became the 22nd Air Refueling Wing. The 22nd used the KC-10A's cargo, passenger, and fuel load capacity to provide support during the evacuation of U.S. nationals in Grenada the next year. In December 1989, the wing's 22nd Air Refueling Squadron inactivated and all its KC-135A Stratotankers, retired or transferred to other SAC bases. This left the 6th and 9th ARS's as the wing's only flying squadrons.

In 1993, the Air Force turned its support toward the humanitarian assistance effort in Somalia in Operation Restore Hope. To support this tasking, the 22 ARW used its KC-10s to deploy 12,000 Marines and provide air refueling to Allied aircraft. Also in that year, the Congressional Base Realignment and Closure Commission and Department of Defense announced their recommendations for further base realignment and force restructuring. The plans called for transferring March AFB to the Air Force Reserve and moving the 6th and 9th ARS's and their KC-10s to move to Travis AFB, Calif. At the same time, USAF ordered the 22 ARW to replace the 384th Bomb Wing at McConnell AFB, Kan.

On January 3, 1994, the 22nd succeeded the 384th BW as McConnell's host unit. The bomber unit served as an associate unit until it transferred its B-1 Lancer fleet to the 184th Bomb Group, Kansas Air National Guard before inactivating in September 1994. The 384th Air Refueling Squadron, a geographically separated unit of the 19th Air Refueling Wing (Robins AFB, Geo.) and a previous McConnell tenant unit, joined the 22 ARW as the first of four KC-135 squadrons to comprise the wing's new tanker force. Within eight months, the 344th, 349th and the 350th joined the 384th to fly the wing's 48 KC-135s to provide global reach for America.


Contenuti

In addition to its primary mission to provide global reach by conducting air refueling and airlift where and when needed, the 22 ARW is also the Operational Command Unit of the 931st Air Refueling Group, which is administratively assigned to the 507th Air Refueling Wing, Fourth Air Force, Air Force Reserve Command. The 931 ARG is the first Associate air-refueling unit in the Air Force Reserve Command. As an associate unit, the 931st does not have operational control of any KC-135R aircraft. Instead, the host unit at McConnell AFB, the 22 ARW, provides a designated number of aircraft for mission taskings assigned to the 931st. Upon mobilization of the 931 ARG, the 22 ARW and the Air Mobility Command would operationally gain the 931st. The 931 ARG's flying unit, the 18th Air Refueling Squadron (18 ARS) is also designated as a "super squadron" with 32 flight crews. This is twice the number of flight crews as found in a typical USAF air refueling squadron.


Lignaggio

  • Istituito come 22 Bombardment Group (Medium) on 22 Dec 1939
  • Ridesignato: 22 Air Refueling Group, Heavy, on 31 Jul 1985 (Remained inactive)
  • Ridesignato: 22 Operations Group on 29 Aug 1991

Assignments

    , 1 Feb 1940 , 4 Sep 1941
  • United States Army Forces in Australia, Feb 1942
  • Allied Air Forces, Southwest Pacific Area, Apr 1942 , 5 Sep 1942
    , Nov 1945
    , 15 May 1946 , c. 15 Jun 1946 , Jun 1948 , Medium, 1 Aug 1948-16 Jun 1952
    , 1 Sep 1991-Present

Components

  • 2 Bombardment: 1 Feb 1940-16 Jun 1952 (detached 10 Feb 1951-16 Jun 1952)
  • 6 Air Refueling: 1 Sep 1991-1 Jan 1994
  • 9 Air Refueling: 1 Sep 1991-1 Jan 1994
  • 18 Reconnaissance (later, 408 Bombardment): attached 1 Feb 1940-24 Apr 1942 assigned 24 Apr 1942-29 Apr 1946
  • 19 Bombardment: 1 Feb 1940-16 Jun 1952
  • 22 Air Refueling: 16 Jun 1950-16 Jun 1952
  • 33 Bombardment: 1 Feb 1940-16 Jun 1952
  • 344 Air Refueling: 29 Apr 1994-Present
  • 349 Air Refueling: 1 Jan 1994-Present
  • 350 Air Refueling: 1 Jul 1994-Present
  • 384 Air Refueling: 1 Jan 1994-Present
  • 459 Airlift, 1 Apr-1 Oct 1993.

Stazioni

    , New York, 1 Feb 1940 , Virginia, 14 Nov 1940 , California, c. 9 Dec 1941-31 Jan 1942 , Australia, 1 Mar 1942 , Australia, 5 Apr 1942 , Australia, 5 Jul 1942 , Australia, 2 Oct 1942 , Australia, 4 Feb-3 Oct 1943 , New Guinea, 9 Oct 1943 , New Guinea, c. 13 Jan 1944 , Schouten Islands, 11 Aug 1944 , Luzon, Philippines, 15 Nov 1944 , Palau Islands, 26 Nov 1944 , Philippines, 20 Jan 1945
    , Luzon, Philippines, 12 Mar-4 Aug 1945 , Okinawa, 15 Aug 1945 , Luzon, Philippines, 23 Nov 1945 , Okinawa, 15 May 1946-29 Jun 1948 , Kansas, c. 29 Jun 1948
    , California, 1 May 1949-16 Jun 1952
    , California, 1 Sep 1991 , Kansas, 1 Jan 1994-Present

Aircraft

  • B-18, 1941-1942
  • B-25, 1940-1942, 1943-1944
  • B-26, 1941-1944
  • B-24, 1944-1945
  • A-20, 1945
  • A-26, 1945
  • B-29, 1946-1951
  • KC-10, 1991-1994
  • C-12, 1993-1995
  • C-21, 1993
  • KC-135, 1994-Present

Operations

Origins

The authorizing document was a letter issued by the Adjutant-General's Office titled "The Constitution and Activation of Certain Air Corps Units". Lieutenant Colonel Ross F. Cole was the first Group Commander.

The first elements of the Group included:

  • 2d Bombardment Squadron, commanded by Captain Leslie P. Halcomb
  • 19th Bombardment Squadron, commanded by 1st Lieutenant Herman E. Hurst
  • 33d Bombardment Squadron, commanded by 1st Lieutenant Theodore E. Graff
  • 18th Reconnaissance Squadron (later became 408th Bombardment Squadron), commanded by Captain John P. Doyle.

The Group was located at Langley Field, Virginia. Its first aircraft were a few B-18 Bolo bombers, with a few B-25 Mitchell bombers allocated to the 18th Bombardment Group.

In 1941 the Group transitioned to B-26 Marauder bombers, a fast bomber with very specialized aerodynamic capabilities. These capabilities included short, stubby wings, which led the plane to be known as "The Flying Prostitute" (no visible means of support). However its flying characteristics led to many crashes, which also led to the plane being known as "The Flying Coffin".

Throughout 1941 the 22nd BG trained extensively, increasing in intensity in November 1941. It was so combat ready that 16 hours after the Japanese attack on Pearl Harbor on 7 December 1941, the 44 planes of the 22nd BG headed for the West Coast and on to the South West Pacific.

Seconda guerra mondiale

The Group prepared itself at Muroc Army Air Field in the Mojave Desert in California from 15 December 1941 and began patrols of the west coast.A ground crew team left San Francisco on 31 January 1942 for Brisbane, Queensland in Australia.

On 6 February 1942 the Group's aircraft were shipped to Hickam Field (arriving about a week later). They immediately commenced patrol duties.

On 22 March 1942, the first flight of the 22nd air echelon arrived at Amberley Field. near Brisbane in Australia, and became the first fully armed Air Force Group to fly the Pacific en masse. They were warmly welcomed by the Australians who were concerned that, while the Japanese were threatening Australia, its troops were fighting the Germans in the Middle East.

Shortly after arriving in Australia, the Group (now under the command of Lieutenant Colonel Millard L. Haskin) moved further North to the Townsville area:

  • 2nd Squadron (commanded by 1st Lt George R. Anderson) was based at Reid River, about 40 miles South of Townsville
  • 408th Squadron (formerly 18th Reconnaissance Squadron, now commanded by Captain Brian O'Neill) was also based at Reid River
  • 19th Squadron (commanded by 1st Lt Elliott H. Reed) was based at Garbutt field.
  • 33rd Squadron (commanded by 1st Lt William A. Garnett) was based Antill Plains, 20 miles South of Townsville.

On 5 April 1942 the 22nd BG took off from Garbutt Field for its first combat action, an attack on Rabaul in New Britain (North of New Guinea). In this attack on the Japanese Naval Base, the Group sunk a transport ship but lost a plane and the life of S/Sgt Bourne.

Meanwhile, four B-26 Marauders, including two from the 18th Reconnaissance Squadron, left behind at Hawaii, saw action on 4 June 1942 as part of the air attack in the Battle of Midway, and were the first Army planes to make a torpedo attack. These planes, piloted by 1st Lieutenant Herbert C. Mayes and 1st Lieutenant James P. Muri attacked the Japanese Naval Invasion Force, focusing torpedo and strafing action on its aircraft carrier. Lt Muri's plane, badly damaged with over 500 bullet and shrapnel holes, crash landed. [Lt Muri's account: http://www.youtube.com/watch?v=CSm055a0394]

In 1944, the group converted from medium, twin engined B-25 Mitchell and B-26 marauder bombers to heavy four engined B-24 Liberator bombers. Following its conversion to B-24 Liberators, on 11 Feb 1944 the 22nd Bomb Group was redesignated 22 Bomb Group, Heavy. Bombed Japanese airfields, shipping, and oil installations in Borneo, Ceram, and Halmahera. Began raiding the southern Philippines in Sep 1944 to neutralize Japanese bases in preparation for the invasion of Leyte.

From December 1944 to August 1945, struck airfields and installations on Luzon, supported Australian ground forces on Borneo, and bombed railways and industries in Formosa and China. Moved to Okinawa in Aug 1945 and flew some armed reconnaissance missions over southern Japan.

Dopoguerra

The 22 BG's staff and aircraft were released and the Group moved to Clark Air Base in the Philippines in November 1945. In April 1946 the 22 BG returned to Okinawa as the 22d Bombardment Group (Very Heavy), and was remanned and assigned B-29 Superfortress bombers, operating from Kadena Air Base. In May 1948, moved to the United States to serve Strategic Air Command.

Guerra di Corea

The 22d Bombardment Group deployed its B-29 Superfortresses in early July 1950 to Kadena AB, Okinawa, where it came under control of FEAF Bomber Command (Provisional). On July 13, the group flew its first mission, against the marshalling yards and oil refinery at Wonsan, North Korea. By October 21, it had amassed fifty-seven missions against the enemy, attacking bridges, factories, industrial targets, troop concentrations, airfields, marshalling yards, communications centers, and port facilities. During four months of combat, the group flew 335 sorties with only fourteen aborts and dropped over 6,500 tons of bombs. It redeployed to the United States in late October and November 1950. Became a records unit in Feb 1951, inactivated on 16 Jun 1952.

Era moderna

After activation in 1991, commenced air refueling missions. Using KC-10 aircraft, the group airlifted humanitarian equipment and supplies to Somalia, 1992-1994. Deployed group aircrews and aircraft on other contingency operations in many parts of the world, including Haiti in 1994 and Serbia in 1999. The group also refueled aircraft enforcing no-fly zones over Bosnia-Herzegovina in the mid-1990s and over northern and southern Iraq between 1992 and 2002.

After terrorist attacks in the United States in September 2001, deployed crews and aircraft for operations in Afghanistan.


From the Collection of Lt. Col. Frank Cline, USMC 22nd Bombardment Group, Pacific Theater

In April, 2009, Bill Cline emailed images from pictures of nose art taken during WW II. Bill explained that the pictures are among the papers of Lieutenant Colonel Frank Cline, a career Marine who enlisted as a private in 1942 and retired in 1974 as The Marine Corps Avionics Officer, Headquarters Marine Corps, located in Arlington, Virginia. During his 32 years as a Marine, Lieutenant Colonel Cline served in the Pacific, Korea and Vietnam.

During WW II, Frank Cline was stationed with a detachment of Marines on Anquar, one of the Palau Islands, and on another island, Samar, located in the Philippines. He served as an Aircraft Communications / Navigation Systems Technician with the Marine Corps' fighter squadron VMF-222. Known as the "Flying Deuces" and the "SeaBee Air Force," the squadron flew F4U Corsairs. It was on these islands that the nose art photographs were taken.

Lt. Col. Cline's collection includes more than nose art photos and we are grateful to Bill Cline for sharing them on this website. Visitors will appreciate seeing the Philippines through the eye of a young Marine, as well as photos of his brothers in arms. His 30 plus years of service in the Marine Corps took him through three wars, from the Philippines, Guadalcanal and Okinawa, to Korea and Japan, and to Vietnam.

The WW II nose art on these first two pages are classic nose art. As noted on this website's World War II page, 1940's pin-up played a prominent role. In addition, the "farther from headquarters, and the farther from the public eye, the racier the art." Anguar and Samar were certainly far from the "public eye."


Follow the links to view details about this aircraft

Marine Sgt. Frank Cline at his radio repair bench in Okinawa, 1944

Red Raiders
22nd Bombardment Group

Frank performing maintenance on an F4U Corsair

Daddy's Girl details

Heavenly Lambchop

Liberty Belle II details

Maiden Montana details

Missleading details

Modest Maiden details

Up Draft

Passed By Naval Censor stamp

untitled

Patient Kitten details

Guarda il video: Bombardamenti Belgrado - SERBIA 1999


Commenti:

  1. Wa'il

    E perché è così esclusivamente? Penso perché non aprire questo argomento.

  2. Dabbous

    Wacker, mi sembra che questa sia la frase notevole

  3. Akiran

    Considero che tu commetta un errore. Scrivimi in PM, parleremo.

  4. Kitilar

    Per la vita di me, non lo so.

  5. Arie

    Quali parole ... fantastiche, una frase eccellente



Scrivi un messaggio