Adele Crepaz

Adele Crepaz


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Adele (Adelaide) Crepaz, figlia di un funzionario del governo, nacque in Austria il 24 ottobre 1849. Diventò giornalista e con sede a Vienna lavorò per Wiener Allgemeine Zeitung, An der Schönen Blauen Donau e Wiener Hausfrauen-Zeitung.

Il libro di Crepaz, L'emancipazione delle donne e le sue probabili conseguenze, è stato pubblicato a Lipsia nel 1892. Crepaz chiarisce di essere una forte oppositrice del suffragio femminile e cita una dichiarazione pubblicata da un gruppo di donne che in seguito divennero attive nella Lega anti-suffragio: "Siamo convinti che il perseguimento del suffragio femminile una mera uguaglianza esteriore con gli uomini è per le donne non solo vana ma demoralizzante, conduce a un totale fraintendimento della vera dignità e missione speciale della donna, tende alla lotta personale e alla rivalità, dove l'unico sforzo di entrambe le grandi divisioni della famiglia umana dovrebbe essere quello di contribuire con il lavoro caratteristico e i migliori doni di ciascuna delle azioni ordinarie."

Crepaz sostiene nel libro che se ragazze e ragazzi ricevono un'istruzione uguale, la ragazza avrà successo più velocemente semplicemente perché è superiore: "l'intelligenza di una ragazza è più rapida, la sua ambizione più grande, la sua coscienza morale più sviluppata". E aggiunge: "Supponiamo che l'uguaglianza della donna con l'uomo sia un dato di fatto, abbiamo allora la donna che sta accanto all'uomo nella grande arena della vita, combattendo per gli stessi obiettivi, gli stessi diritti, inconsapevolmente, senza volontà o intenzione, ferendo i suoi interessi".

Susan K. Harris, l'autrice di Il lavoro culturale della padrona di casa di fine Ottocento (2004), ha sottolineato: "Se le donne accettano il lavoro, sostiene Crepaz, gli uomini non saranno in grado di sostenere mogli e famiglie. Quindi i tassi di matrimonio diminuiranno. E se i tassi di matrimonio diminuiranno, la cultura fallirà. Inoltre, le donne che il lavoro non sarà in grado di servire i loro mariti come dovrebbero, con la conseguenza che la natura della donna sarà prevenuta. Anche le donne medico finiscono per minare il sacro ruolo delle donne. Piuttosto che cercare di servire in più di una capacità, le donne dovrebbero ricordare che il più grande ruolo civico è quello di allevare bene i propri figli, e che il più alto ruolo morale è quello di servire i propri mariti".

William Gladstone, primo ministro britannico e oppositore del suffragio femminile, ha letto il libro in tedesco. Scrisse a Crepaz per dire che "mi sembra di gran lunga il lavoro più completo, luminoso e penetrante su questa questione che abbia mai incontrato". Nel 1893 fu tradotto in inglese e pubblicato a Londra. Includeva la lettera che Gladstone aveva inviato a Crepaz. Ellis Wright, che ha fatto la traduzione ha suggerito: "Pur riconoscendo in modo più completo il beneficio che deriva alle donne della Gran Bretagna da maggiori strutture per l'autosufficienza, è contro la loro pretesa di uguali diritti politici e sociali con gli uomini che Frau Crepaz protesterebbe ardentemente, convinta che in ciò vi sia molto pericolo per il benessere dell'umanità. Il riconoscimento accordato alle sue opinioni dal Primo Ministro inglese è un'indicazione che non sono senza sostenitori in questo paese".

Gladstone ha inviato copie del libro ai membri femminili del Partito Liberale che hanno sostenuto le donne che hanno ottenuto il voto. Margaret Cowell Stepney è stata una di coloro che hanno inviato i suoi commenti sul libro al primo ministro: "Mi sento tremendamente presuntuosa nell'osare, in qualsiasi modo, criticare un libro che hai elogiato - ma come sei stato così gentile da dirmi per dire quello che pensavo, devo rispondere sinceramente... Non posso credere che ci sia più pericolo nelle madri che rendono le figlie autosufficienti, che nelle madri che considerano il matrimonio come l'unico scopo dell'esistenza - e, sembra per me essere forse un punto debole nel suggerimento che quando il marito muore, la vedova che non può lavorare, possa sempre cercare aiuto, con fiducia, da parenti, amici e istituzioni caritative - sicuramente almeno nei loro casi - vedove - ragazze che non possono sposarsi - o che possono sposarsi solo, come mezzo di sussistenza - potrebbe esserci motivo di desiderare che le donne abbiano l'indipendenza di una professione?"

Adele Crepaz muore nel 1919.

Supponiamo che l'uguaglianza della donna con l'uomo sia un dato di fatto, abbiamo allora la donna che sta accanto all'uomo nella grande arena della vita, combattendo per gli stessi scopi, gli stessi diritti, inconsapevolmente, senza volontà o intenzione, ferendo il suo interessi.

Se le donne accettano il lavoro, sostiene Crepaz, gli uomini non saranno in grado di mantenere mogli e famiglie. Piuttosto che cercare di servire in più di una capacità, le donne dovrebbero ricordare che il più grande ruolo civico è quello di allevare bene i propri figli e che il più alto ruolo morale è quello di servire i propri mariti.

Mi sembra scritto con un pensiero immenso - le idee (per quanto posso giudicare) sono splendidamente espresse - e la ricerca delle radici stesse della questione, in tutti i tempi e in tutti i paesi, è profondamente interessante - e fa pensa a tutto il grande problema in un modo abbastanza nuovo. Con tutte le opinioni di Madame Crepaz sulla beatitudine della maternità e il dovere supremo delle donne verso i loro mariti e figli...

Non posso credere che ci sia più pericolo nelle madri che rendono le loro figlie autosufficienti, che nelle madri che considerano il matrimonio come l'unico scopo dell'esistenza - e, mi sembra che ci sia forse qualche punto debole nel suggerimento che quando il il marito muore, la vedova che non può lavorare, può sempre cercare aiuto, con fiducia, da parenti, amici, istituzioni caritative - sicuramente almeno nei loro casi - vedove - ragazze che non possono sposarsi - o che possono solo sposarsi, come mezzo di mezzi di sussistenza - ci possono essere motivi per desiderare che le donne abbiano l'indipendenza di una professione?

Vorrei che la signora Crepaz avesse detto qualcosa di più sul suffragio femminile. La mia sincera speranza è che un giorno - si potrebbe trovare un modo per le donne di dare i loro voti (o di inviarli per procura o per posta) senza entrare ulteriormente nella vita politica - e senza disturbare la sacra quiete di casa - ma, se alla fine la tua decisione è contraria a questa speranza - naturalmente sentirò che devi avere ragione - e che devo avere torto. Mi sento tremendamente presuntuoso nell'azzardare, in qualsiasi modo, a criticare un libro che hai elogiato - ma poiché sei stato così gentile da dirmi di dire ciò che pensavo, devo rispondere sinceramente.


Adele Crepaz - Storia



La domanda delle otto ore
di John M. Robertson John Mackinnon Robertson (1856-1933)
Londra, Swan Sonnenschein e New York, Charles Scribner, 1899 (serie di scienze sociali). 2a edizione.

Cartonato in tela scarlatta con titoli e fregi in oro al piatto anteriore e al dorso. Nessun involucro antipolvere, come rilasciato. XII, 150 pagine. Dimensioni: ottavo (20 cm). Questo libro discute il movimento delle otto ore.


SERIE DI SCIENZE SOCIALI (SWAN SONNENSCHEIN & CO.)
Nota di serie: Formato: Copertina rigida rilegata in tela scarlatta con titoli in nero al piatto anteriore e titoli in oro e colophon al dorso.

Prezzo: Serie principale - 2s 6d. Volumi doppi - 3s. 6d.

(A) SERIE PRINCIPALI

Organizzato per numero di serie

1. Lavoro e salari - Prof. J. E. Thorold Rogers.
ANCHE: Otto capitoli sulla storia del lavoro e del salario sono una ristampa dei capitoli VIII., XII., XIV., XV., XVI., XVIII., XIX., XX., di "Sei secoli di lavoro e salari". 7a edizione. -James Edward Thorald Rogers. 1902.
2. Civiltà: la sua causa e cura - Edoardo Carpentiere. 1903.
3. La quintessenza del socialismo - Dott. A. Schaffle. 3a ed., 1891. "Edizione inglese tradotta dall'ottava edizione tedesca sotto la supervisione di Bernard Bosanquet." La prefazione dice: "Le pagine seguenti sono apparse per la prima volta nel 1874 in "Deutsche Blatter"."
4. Darwinismo e politica - D. G. Ritchie, M.A. (Oxon.). Nuova edizione, con due ulteriori saggi pubblicati come: Saggi sull'evoluzione umana. 2a ed., 1891. vi, 142 pp.
5. La religione del socialismo, essere saggi nella critica socialista moderna - E. Belfort Bax. 1908.
6. L'etica del socialismo, essendo ulteriori saggi nella critica socialista moderna, &c. - E. Belfort Bax [Ernest Belfort Bax]. 1902.
7. La questione della bevanda: i suoi aspetti sociali e medici - La dottoressa Kate Mitchell. 1891.
8. La promozione della felicità generale: un saggio utilitario - Prof. M. Macmillan
9. L'ideale dell'Inghilterra: e altri documenti su argomenti sociali - Edoardo Carpentiere. 1887. 148 pp.
10. Socialismo in Inghilterra - Sidney Webb, LL.B. 1893.

11. Il principe Bismarck e il socialismo di stato: un'esposizione della legislazione sociale ed economica della Germania dal 1870 - W.H. Dawson [William Harbutt Dawson]. 2a ed., 1891.
12. "Giustizia politica" di Godwin: una ristampa del saggio sulla "proprietà", dall'edizione originale - H. S. Salt [Henry S. Salt], ed. 1890.
13. La storia della Rivoluzione francese - E. Belfort Bax [Ernest Belfort Bax]. 1902.
14. Il Commonwealth cooperativo: un'esposizione del socialismo moderno - Laurence Gronlund. 3a ed., 1891.
15. Saggi e indirizzi - Bernard Bosquanet, MA (Oxon.). 2a ed., 1891.
16. Organizzazione di beneficenza - C. S. Loch, Segretario della Charity Organization Society. 1890. "Ristampa di un documento intitolato De l'organisation de l'assistance, scritto per i Congrès international d'assistance tenuti a Parigi nel luglio e agosto 1889."--Prefazione.
17. Anti-schiavitù e documenti di riforma di Thoreau. Selezionato e curato da H.S. Sale. 1890.
18. Auto-aiuto cento anni fa - G. J. Holyoake [George Jacob Holyoake>. 1891.
19. Il riformatorio dello Stato di New York a Elmira - Alessandro Inverno. Con prefazione di Havelock Ellis. 1891. x, 172 pp.
20. Il buon senso sulle donne - T.W. Higginson [Thomas Wentworth Higginson].

21. L'incremento non guadagnato: ovvero, mietere senza seminare - W.H. Dawson [William Harbutt Dawson]. 1a ed., 1890. 3a ed., 1910.
22. Il nostro destino: l'influenza del socialismo su morale e religione: un saggio di etica - Laurence Gronlund. 1890. VIII, 170 pp.
23. Il movimento della classe operaia in America - Dott. Edward e E. Marx Aveling. 1891.
24. Lusso - Prof. Emile de Laveleye. 1891. iv, 179, 9 pp.
25. La terra e i lavoratori - Rev. C. W. Stubbs [Charles William Stubbs], M.A. 1891. 228 pp.
26. L'evoluzione della proprietà dalla ferocia alla civiltà -Paul Lafargue. 1905.
27. Il crimine e le sue cause - W. Douglas Morrison, della prigione di Sua Maestà, Wandsworth. 1891 1902.
28. Principi di interferenza statale: quattro saggi sulla filosofia politica di Mr. Herbert Spencer, J. S. Mill e T. H. Green - D. G. Ritchie, M.A. 2a ed., 1891.
29. Il socialismo tedesco e Ferdinand Lassalle: una storia biografica dei movimenti socialisti tedeschi durante questo secolo - W.H. Dawson [William Harbutt Dawson]. 1888 1891 1899.
30. La borsa e la coscienza: un tentativo di mostrare la connessione tra economia ed etica - H. M Thompson [Herbert Metford Thompson], B.A. (Cantab.). 1891.

31. L'origine della proprietà in terra - Fustel de Coulanges. Modificato con un capitolo introduttivo sul maniero inglese, dal Prof. W. J. Ashely, M.A. 1892.
32. La Repubblica inglese - W.J. Linton. A cura di Kineton Parkes. 1891.
33. Il movimento cooperativo in Gran Bretagna - Beatrice Potter. 1895. XII 260 pp.
34. Gilde di quartiere: uno strumento di riforma sociale - Il dottor Stanton Coit. 1892.
35. Umanisti moderni: studi sociologici di Carlyle, Mill, Emerson, Arnold, Ruskin e Spenser - J. M. Robertson. 1908.
36. Prospettive dal nuovo punto di vista - E. Belfort Bax [Ernest Belfort Bax]. 1903.
37. Società cooperative di distribuzione: un saggio sull'economia sociale - Dott. Luigi Pizzamiglio. A cura di F.J. Snell. 1891. xiv, 185 pp. Traduzione di Società cooperativa di consumo.
38. Collettivismo e socialismo di scuola liberale: una critica e un'esposizione - A. Nacquet. A cura di W. Heaford [William Neaford]. 1895.
39. Il programma di Londra - Sidney Webb, LL.B. 1891. vi, 218 pp.
40. Lo Stato moderno in rapporto alla società e all'individuo - Paul Leroy Beaulieu. Tradotto da A.C. Morant. 1891.

41. La condizione del lavoro: lettera aperta a papa Leone XIII (edizione popolare) - Enrico Giorgio. 1895 1898.
42. Lo spirito rivoluzionario che precede la Rivoluzione francese - Felix Rocquain. Condensato e tradotto da J. D. Hunting. Con una prefazione del professor Huxley. 1891. 186 pagg.
43. Il Marx dello studente: introduzione allo studio del capitale di Karl Marx - Edward Aveling, M.A. 1891. Quarta ristampa, 1902. XVI, 180 pp.
44. Una breve storia del Parlamento - AVANTI CRISTO. Skottowe [Britliffe Constable Skottowe], M.A. (Oxon.). 1886.
45. Povertà: la sua genesi e l'esodo: un'indagine sulle cause e il metodo per rimuoverle - J.G. Goddard [John George Godard]. 1892. xii, 160 pp. Include note bibliografiche e indice.
46. La politica commerciale della Federazione imperiale da un punto di vista economico - Maurice H. Hervey. 1892. x, 182 pp.
47. L'alba del radicalismo - J. Bowles Daly, LL.D. 1892. xi, 252 p.
48. Gli indigenti in Gran Bretagna - Arnold White, Montague Crackanthorpe, Q.C., W. A. ​​McArthur, W. H. Wilkins, &c.
49. Illegittimità e l'influenza delle stagioni sulla condotta - Albert Leffingwell, MD 1892. vi, 160 pp.
50. Crisi commerciali dell'Ottocento - H. M. Hyndman. 1892. 174 pp.

51. Lo Stato e le pensioni nella vecchiaia - J.A. Spender e Arthur Acland, p.f. 1900.
52. La fallacia del risparmio: uno studio in economia - John M. Robertson [John Mackinnon Robertson]. 1892. viii, 148 pp.
53. Il contadino irlandese: uno studio sociologico. A cura di documenti originali, da A Guardian of the Poor. 1892. xi, 164.
54. Gli effetti dei macchinari sui salari - Prof. J. S. Nicholson [Joseph Shield Nicholson], D.Sc. 1892. x, 143 pp.
55. L'orizzonte sociale, dall'autore di "Life in Our Villages" [i.e. George Francis Millin]. 1893. iv, 163 pp.
56. Socialismo, utopistico e scientifico - Frederick Engels [cioè Federico Engels]. 1892. xxxix, 117 pp. Tradotto da Edward Aveling. Con una speciale introduzione dell'autore.
57. La nazionalizzazione della terra, la sua necessità e i suoi obiettivi: essere un confronto tra il sistema del proprietario e dell'affittuario con quello della proprietà occupante nella loro influenza sul benessere delle persone - A.R. Wallace [Alfred Russel Wallace]. 1896 1909.
58. L'etica dell'usura e dell'interesse: uno studio sul socialismo inorganico - Rev. W. Blissard [William Blissard]. 1892. viii, 194 pp.
59. L'emancipazione delle donne e le sue probabili conseguenze - Adele Crepaz. Con una lettera all'autrice del Rt. On. W.E. Gladstone, M.P. Tradotto da Ellis Wright [pseudonimo della signora Ellen Waugh]. 1893. vi 130 pp.
60. La domanda delle otto ore - John M. Robertson. 1893.

61. ubriachezza - George R. Wilson, MB, C.M., assistente medico, The Royal Asylum, Morningside, Edimburgo. 1893. XIV, 161 p.
62. La Nuova Riforma e il suo rapporto con i problemi morali e sociali - Ramsden Balmforth. 1893.
63. L'operaio agricolo: un breve riassunto della sua posizione - T.E. Kebbel [Thomas Edward Kebbel]. 2a ed., 1893. 271 pagine.
64. Ferdinand Lassalle come riformatore sociale - E. Bernstein [Eduard Bernstein]. Tradotto da Eleanor Marx Aveling. 1893.
65. Il commercio estero inglese nel XIX secolo - A.L. Bowley.
66. Teoria e politica della protezione del lavoro - Dott. A. Schaffle [Albert Eberhard Friedrich Schaffle]. 1893. vi, 186 pp. Appendice: disegno di legge di modifica del codice industriale (Germania).
67. L'auto-aiuto del popolo: la storia dei pionieri di Rochdale - G. J. Holyoake [George Jacob Holyoake]. 1893.
68. I diritti delle donne: uno studio comparativo tra storia e legislazione - M. Ostrogorski [Moritz Ostrogorski]. 1908.
69. Le abitazioni dei poveri e i salariati settimanali dentro e intorno alle città - T. Locke Worthington. 1893.
70. Ore e salari in relazione alla produzione - Dott. Lujo Brentano. Tradotto dalla signora William Arnold. 1894.

71. L'ascesa della democrazia moderna nella vecchia e nel New England - Carlo Borgeaud. Tradotto dalla signora Birkbeck Hill. Con una prefazione di C. H. Firth, M.A. 1894. XVI, 168 pp.
72. Sistemi terrestri dell'Australasia - William Epps. 1894.
73. La tirannia del socialismo -Yves Guyot. Prefazione di J.H. Levy. 1894. XL, 264 pp.
74. Popolazione e sistema sociale - Francesco S. Nitti [Francesco Saverio Nitti]. 1894.
75. La questione del lavoro: un compendio delle prove e del rapporto della Commissione reale sul lavoro - T.G. Spyers [Thomas George Spyer]. 1894.
76. Donne libere britanniche: il loro privilegio storico - C. C. Stopes [Charlotte Carmichael Stopes]. 1894. 196 pp.
77. Suicidio e follia: uno studio fisiologico e sociologico - S. A. K. Strahan [Samuel Alexander Kenny], M.D. 1894.
78. Una storia di decime - Rev. H. W. Clarke [Henry William Clarke]. 1894.
79. Tre mesi in laboratorio: uno studio pratico - Paul Gohre, Segretario Generale del Congresso Sociale Evangelico. Tradotto dal tedesco, da A. B. CARR, con prefazione del prof. Richard T. Ely. 1895.
80. Darwinismo e progresso razziale - Prof. J. B. Haycraft [John Berry Haycraft]. 1900.

81. Fiscalità e finanza locale - G.H. Blunden. 1895.
82. Pericoli per il commercio britannico: come evitarli - E. Burgis [Edwin Burgis]. 2a ed., 1895. XVI, 251 pp.
83. Il contratto sociale - J.-J. Rousseau. A cura di H.J. Tozer.
84. Lavoro cooperativo sulla terra: il resoconto di una conferenza su "Terra, cooperazione e disoccupati" tenutasi al municipio di Holborn nell'ottobre 1894 - J.A. Hobson, MA, ed. 1895. XVI, 140 pp.
85. Patologia Morale - Arthur E. Giles, M.D., B.Sc. 1895. VIII, 179 pp.
86. Parassitismo, organico e sociale - Jean Massart e Emile Vandervelde. Tradotto da William Macdonald. Rivisto da J. Arthur Thomson. 1895. xi, 124 pp. Traduzione di Parasitisme organique et parasitisme social.
87. Assegnazioni e piccole partecipazioni - J. L. Green. 1896.
88. Il denaro e le sue relazioni con i prezzi - L. L. Price [Langford Lovell Frederick Rice]. 1896. VI, 200 pp.
89. Sobrio per legge del Parlamento - F.A. Mackenzie [Fred A. McKenzie]. 1896.
90. Lavoratori nelle loro industrie. A cura, con un'introduzione, di Frank W. Galton. 1895. XVI, 239 p. Contenuti: La necessità e il valore dell'istruzione tecnica di C. T. Millis Sarti e sarte di F. Hicks Lavoratori in metalli preziosi di W. A. ​​Steward Costruzione navale di W. C. Steadman Incisione su legno ecc. "Saggi . Originariamente consegnato come un corso di lezioni sulle industrie, al South Place Institute, la domenica pomeriggio durante l'inverno del 1893-4."

91. Rivoluzione e controrivoluzione o, Germania nel 1848 - Carlo Marx. 1904.
92. Sovraproduzione e crisi - K. Rodbertus [Karl Rodbertus]. Tradotto da Julia Franklin. Con un'introduzione di John B. Clarke. 1898.
93. Amministrazioni locali e aiuti di Stato - S.J. Chapman.
94. Commercio anglo-americano - S.J. Chapman.
94 [sic]. L'origine e la crescita delle comunità di villaggio in India - B.H. Baden-Powell. 1899. VI, 155 pp.
95. Una storia del commercio tra il Regno Unito e gli Stati Uniti: con particolare riferimento agli effetti delle tariffe - Sidney J. Chapman.
96. Un chiaro esame del socialismo - Gustave Simonson, M.A., M.D. 1900. xii, 155 pp.
97. Federazione commerciale e politica commerciale coloniale - Giovanni Davidson. 1900.
98. Selezioni dalle opere di Fourier - Carlo Fourier. Con un'introduzione di Charles Gide. Tradotto da Julia Franklin. 1901.
99. Riforma della casa pubblica: una spiegazione con un'appendice - Alexander Neilson Cumming. 1901.
100. Il problema del villaggio - George F. Millin. 1903. ii, [1], 180 pp.

101. Verso la luce: studi elementari in etica ed economia - Lewis H. Berens. 1903. 244 pp.
102. Socialismo cristiano in Inghilterra - Arthur V. Woodworth. 1903. viii, 208 pp.
103. La storia delle leggi inglesi sul mais - J. Scudo Nicholson.
103 [sic]. I Filosofi e la Rivoluzione Francese - P.A. Wadia. 1904.
104. La storia delle leggi inglesi sul mais - Prof. J. S. Nicholson, M.A. 1904.
105. La biologia della politica britannica - Charles H. Harvey. 1904.
106. Tariffe e tasse che influenzano l'agricoltura - Prof. J. S. Nicholson [J. Shield Nicholson], MA 1905. vi, 146 pp.
107. Un programma pratico per uomini che lavorano - Edmond Kelly. 1906.
108. John Thelwall: un pioniere della democrazia e delle riforme sociali in Inghilterra durante la Rivoluzione francese - Charles Cestre, Litt.D. 1906.
109. Le relazioni tra rendite, salari e profitti in agricoltura e la loro influenza sullo spopolamento rurale - J. Scudo Nicholson. 1906.
110. Pregiudizi economici -Yves Guyot. Tradotto da Fred Rothwell. 1910.

111. Problemi sociali contemporanei: un corso di lezioni all'Università di Padova - Achille Loria. Tradotto dall'italiano con il permesso dell'autore da John Leslie Garner. 1911.
112. Chi paga? Un'inchiesta sulla reale incidenza della tassazione - Roberto Enrico. 1912.

Organizzato per numero di serie

1. La vita di Robert Owen - Lloyd Jones. Forse stesso libro di: La vita, i tempi e le fatiche di Robert Owen - Lloyd Jones. 3a ed. Cigno Sonnenschein, 1900.
2. L'impossibilità della socialdemocrazia: una seconda parte di "La quintessenza del socialismo" - Dott. A. Schaffle. Con una prefazione di Bernard Bosanquet. 1892. 419 pp.
3. Condizione della classe operaia in Inghilterra nel 1844 - Frederick Engels [Friedrich Engels].
4. I principi dell'economia sociale -Yves Guyot. 1892.
5. Social Peace: uno studio sul movimento sindacale in Inghilterra - Dott. G. Von Schulze-Gaevernitz. Con una prefazione all'edizione inglese. Tradotto da C. M. Wicksteed, B. A. A cura di Graham Wallas. 1893 1900. xx, 300 pp. Traduzione dal tedesco di Zum socialen Frieden.
6. Un manuale di socialismo - W. D. P. Bliss [William D P Bliss]. 1906.
7. Socialismo: la sua crescita e il suo esito - William Morris e E. Belfort Bax. 1896. VIII, 335 pp.
8. Fondamenti economici della società - A. Loria [Achille Loria]. 1904 1907.


CFP: Storia del pensiero femminista (incl. Ch e Jp) (voci dell'enciclopedia 15 ottobre)

Attualmente stanno cercando collaboratori per annotare documenti di fonte primaria nella storia delle donne, inclusi Cina e Giappone, in aree che si sovrappongono agli interessi di alcuni studenti dell'EALC. Come probabilmente saprai, le voci dell'enciclopedia non sono esattamente oro su un CV, ma sono sicuramente un buon modo per iniziare con le pubblicazioni.

Sto cercando un altro giro di collaboratori per un'antologia di documenti globali relativi alla Storia del pensiero femminista, che sarà pubblicata da Greenwood Press. Questo set di 2 volumi presenterà circa 250 documenti di fonte primaria, tracciando risposte e sfide alla subordinazione delle donne all'interno di diversi contesti nazionali, culturali e politici in diversi momenti della storia. È un progetto molto necessario per recuperare le voci delle donne e incorporare la storia dei diritti delle donne nei temi più grandi della storia mondiale. In alcuni casi, questa sarà la prima pubblicazione in lingua inglese di un documento e quindi le possibilità di ricerca futura basate sulla nostra collezione sono a dir poco entusiasmanti.

SOTTO c'è un elenco cronologico delle voci per le quali sono attualmente necessari contributori. L'obiettivo principale di ogni voce è il documento di origine primaria. I contributori assisteranno nella selezione degli estratti da utilizzare e scriveranno brevi saggi contestuali per accompagnare l'estratto. Ogni voce sarà di circa 1500 parole in totale, per includere sia l'estratto che l'analisi/contesto.

Si prega di consultare l'elenco per una vasta gamma di aree geografiche e cronologiche di interesse - non è necessario avere familiarità con un
singolo scrittore o documento per scrivere una voce. Nella maggior parte dei casi, ho già raccolto alcune informazioni bibliografiche o di altro tipo sul documento specifico e ti trasmetterò quella ricerca per aiutarti a scrivere la voce. Invierò le linee guida complete per i contributori e le voci di esempio agli scrittori interessati.

La scadenza per queste iscrizioni è il 15 ottobre 2008. L'onorario è di $ 40,00 per iscrizione - i contributori che completano 4 o più iscrizioni possono scegliere una copia del set pubblicato (del valore di $ 225,00) al posto del pagamento in contanti.

SI PREGA di diffondere questo invito a colleghi di altre istituzioni, a studenti laureati o ad altri studiosi/scrittori interessati.

Grazie e non vedo l'ora di lavorare con una comunità internazionale di studiosi su questo entusiasmante progetto!

Tiffany K. Wayne, PhD
Studioso indipendente
www.womanwriting.com

***************************************************
Call for Contributors - 28 aprile 2008
Storia del pensiero femminista (Greenwood Press)
Editore: Tiffany K. Wayne, PhD


Storia del femminismo Network

Tiffany K. Wayne sta cercando un altro giro di collaboratori per un'antologia di documenti globali relativi alla Storia del pensiero femminista, che sarà pubblicata da Greenwood Press. Questo set di 2 volumi presenterà circa 250 documenti di fonte primaria, tracciando risposte e sfide alla subordinazione delle donne all'interno di diversi contesti nazionali, culturali e politici a
tempi diversi nel corso della storia. È un progetto molto necessario per recuperare le voci delle donne e incorporare la storia dei diritti delle donne nei temi più grandi della storia mondiale. In alcuni casi, questa sarà la prima pubblicazione in lingua inglese di un documento e quindi le possibilità per ricerche future basate su questa raccolta sono a dir poco entusiasmanti.

SOTTO c'è un elenco cronologico delle voci per le quali sono attualmente necessari contributori. L'obiettivo principale di ogni voce è il documento di origine primaria. I contributori assisteranno nella selezione degli estratti da utilizzare e scriveranno brevi saggi contestuali per accompagnare l'estratto. Ogni voce sarà di circa 1500 parole in totale, per includere sia l'estratto che l'analisi/contesto.

Si prega di consultare l'elenco per una vasta gamma di aree geografiche e cronologiche di interesse – non è necessario avere familiarità con un singolo scrittore o documento per scrivere una voce. Nella maggior parte dei casi, il Dr. Wayne ha già compilato alcune informazioni bibliografiche o di altro tipo sul documento specifico e ti passerà la ricerca per aiutarti a scrivere la voce. Invierà le linee guida complete per i contributori e le voci di esempio agli scrittori interessati.

La scadenza per queste iscrizioni è il 15 ottobre 2008. L'onorario è di $ 40,00 per iscrizione – i contributori che completano 4 o più iscrizioni possono scegliere una copia del set pubblicato (del valore di $ 225,00) al posto del pagamento in contanti.

Se sei interessato, contatta Tiffany Wayne all'indirizzo [email protected]

***************************************************
Call for Contributors – 28 aprile 2008
Storia del pensiero femminista (Greenwood Press)
Editore: Tiffany K. Wayne, PhD ([email protected])

1.. “Come dovrebbe ostacolarci la natura della donna?” e altre poesie del
Therigatha (India, 600 a.C. circa)
2.. “Lezioni per le donne,” Pan Chao (Cina, 80 d.C.)
3.. “Come potrei promuovere al meglio la causa di altre donne.,” Radegund (Germania?, 520/5-587)
4.. “Il nodo matrimoniale può legare solo chi esiste.,” Rabi’a (impero islamico (Iraq?), 800 ca.)
5.. “.Scrivo sempre come mi pare.,” Xue Tao (Cina, 800 ca.)
6.. “Perché sono una donna.” e “Questa signora selvaggia.,” poesie di Yeshe Tsogyal (Tibet, 800 ca.)
7.. “.non sono alla mia pari.,” Dhuoda (Septimia (Francia?), 843)
8.. “.Il mio vestito da donna di seta oscura la mia poesia.,” Yu Xuanji (Cina, c. 860)
9.. “Disprezzo che non dovrebbe rendere al genere più debole dello scrittore,” Hrotsvita (d. c. 973?)
10.. “Queste cinque ostruzioni” (all'illuminazione delle donne), Senshi Naishinno (Giappone, 1000 ca.)
11.. “.il destino di essere una donna.,” Shunzei kyo no musume (Giappone, 1200 ca.)
12.. “Lettera del dio dell'amore” e “Libro della città delle dame,” Christine de Pizan (Italia, 1405)
13.. “Ma un fuso è tutto ciò che offri.” (e altri scritti), Argula von Grumbach (Germania?, 1530 ca.)
14.. Lettera su “la giusta libertà” delle donne, Louise Labe (Francia, 1555)
15.. Prefazione a Calvin’s “Sulla modestia delle donne nei loro vestiti,” Marie Dentiere (Ginevra, Svizzera, 1561)
16.. “Ciò che mi scoraggia di più è essere una donna. Vietato scrivere.” e altri scritti, Maria de San Jose Salazar (Spagna, 1580 ca.)
17.. Disincanto d'amore, Maria de Zayas y Sotomayor (Spagna, 1637)
18.. Sull'uguaglianza dei due sessi, Francois Poullain de la Barre (Francia, 1673)
19.. “La risposta,” Sor Juana de la Cruz (Messico, 1691)

20.. Una proposta seria alle signore, Mary Astell (Inghilterra, 1694)
21.. “Canzone di una donna sposata,” Sanciya Honnamma (India, appuntamento?)
22.. “Appeasing Radhika,” Muddupalani (India, fine 1700 ca.)
23.. “Appello di metà della razza umana,” Anna Wheeler (William Thompson) (Inghilterra, 1825)
24.. “Un appello per una donna,” Marion Reid (Scozia, 1843)
25.. “Libertà,” Carolina Coronado (Spagna, 1852)
26.. “Le case del nuovo mondo,” Fredrika Bremer (Svezia, 1853)
27.. ​​“La donna e le sue relazioni sociali,” Anna Maria Mozzoni (Italia,1864)

28.. “Appello agli uomini della Nuova Zelanda,” Mary Muller (Nuova Zelanda,
1869)

29.. “La mia vita,” Rassundari Devi (India, 1876)
30.. “L'emancipazione delle donne,” Maria Eugenia Echenique (Argentina,1876)

31.. “Noi donne capofamiglia.,” Kusunose Kita (Giappone,1878

32.. I diritti politici delle donne e i diritti sociali e politici
Uguaglianza tra donne e uomini, Hubertine Auclert (Francia, 1878-79)
33.. “Sono il libro più interessante di tutti.” o altri scritti di Marie Bashkirtseff (Russia/Francia, 1878-79)
34.. “A Confronto tra uomini e donne,” Tarabai Shinde (India, 1882)
35.. “Figlie nelle scatole,” Kishida Toshiko (Giappone, 1883)
36.. Origine della famiglia, della proprietà privata e dello Stato, Friedrich Engels (Germania, 1884)
37.. “La donna indù di alta casta,” Pandita Ramabai Saraswati (India, 1888
38.. “Uguaglianza dei diritti,” Francisca Diniz (Brasile, 1890)
39.. “.uomini e donne sono uguali davanti a Dio.,” Muhammad ‘Abdu (Egyptc.1890s)


Usando questi materiali

Riepilogo scaffalature

  • Scatole 1-2: Scaffale in scatole manoscritte SPEC MSS (1 pollice)
  • Riquadro 3: Scaffale in scatole di manoscritti SPEC MSS
  • F27-F30: Scaffale in scatole oversize SPEC MSS (32 pollici)
  • F32: Scaffale nella parete MSS di SPEC VAULT

Informazioni di accesso

La collezione è aperta alla ricerca.

Citazione preferita

MSS 0477, Collezione Woman Suffrage, Special Collections, University of Delaware Library, Newark, Delaware.

Materiali catalogati separatamente

Gli elementi elencati in questa bibliografia sono stati rimossi dalla collezione Woman Suffrage e catalogati separatamente con le stampe delle Collezioni Speciali.

Björkman, Frances M. e Annie G. Porritt, eds. Suffragio femminile: storia, argomenti e risultati. New York: National Women's Suffrage Publishing Co., 1915.

Fonti

Brackett, Anna C., ed. La donna e l'istruzione superiore. New York: Harper & Bros., 1903.

Fonti

Il caso contro il suffragio femminile: la questione più importante sulla scheda elettorale alle elezioni statali, 2 novembre 1915. Boston: Comitato anti-suffragio del Massachusetts, 1915.

Fonti

Clarke, Ida Clyde, ed. Donne del 1924. New York: Women's News Service, 1924.

Fonti

Crepaz, Adele. L'emancipazione della donna e le sue probabili conseguenze. Londra: Swan Sonnenschein, 1893.

Fonti

Harper, Ida Husted. La vita e l'opera di Susan B. Anthony. 2 voll. Indianapolis e Kansas City: The Bowen-Merrill Company, 1898.

Fonti

Hoar, George F. Il diritto della donna e il benessere pubblico: osservazioni dell'on. George F. Hoar, davanti a un comitato speciale congiunto della legislatura del Massachusetts. Boston: Associazione per il suffragio femminile della Nuova Inghilterra, 1869.

Fonti

Inman, Mary. In difesa della donna. Los Angeles: il comitato per organizzare il progresso della donna, 1940.

Fonti

Inman, Mary. Potere della donna. Los Angeles: Il Comitato per Organizzare l'Avanzamento della Donna, 1942.

Fonti

Oakley, Violetta. Cattedrale della Compassione: schema drammatico della vita di Jane Addams. Filadelfia: Women's International League for Peace and Freedom (stampato privatamente presso la Press of Lyon and Armor), 1955.

Fonti

Pankhurst, Emmeline Sylvia. La mia storia. New York: International Library Company di Hearst, 1914.

Fonti

Pankhurst, Emmeline Sylvia. Le suffragette: la storia del movimento di suffragio militante della donna, 1905-1910. New York: Sturgis & Walton, 1912.

Fonti

Pinkham, Lydia E. Famous Woman of History. Lynn, Mass.: Lydia E. Pinkham Medicine Company, ca. 1920s.

Fonti

R., L. N. The True Institution of Sisterhood: or, A Message and Its Messengers. London: James Nisbet, 1862.

Fonti

Sanger, Margaret H. Family Limitation. S.l.: Privately printed for the author, ca. 1914.

Fonti

Taylor, Edward T. Speech of Hon. Edward T. Taylor of Colorado in the House of Representatives, April 24, 1912. Washington, 1912.

Terms Governing Use and Reproduction

Use of materials from this collection beyond the exceptions provided for in the Fair Use and Educational Use clauses of the U.S. Copyright Law may violate federal law. Permission to publish or reproduce is required from the copyright holder. Please contact Special Collections, University of Delaware Library, http://library.udel.edu/spec/askspec/


Biography of William Swan Sonnenschein (1855-1934)

William Swan Sonnenschein was born in 1855, third of the six children of Adolphus Sonnenschein, a teacher and writer of textbooks originally from Moravia, and his first wife Sarah Robinson Stallybrass. William’s name derived from the fact that his maternal grandfather, Edward Stallybrass, had been a missionary to Mongolia with William Swan and they worked on a Mongolian translation of the New Testament together.

As a young man William was apprenticed to the firm of Williams and Norgate where he gained experience of second hand bookselling before founding his own company, W. Swan Sonnenschein & Allen, with the first of several partners, J. Archibald Allen, in 1878. This partnership was dissolved in 1882 when William married and the firm’s name changed to W Swan Sonnenschein & Co. The firm published general literature and periodicals but specialised in sociology and politics. Sonnenschein was involved with the Ethical Society and published their literature.

In 1895 Swan Sonnenschein became a limited liability company and in 1902 William Swan Sonnenschein left to work at George Routledge and Sons and later at Kegan Paul. Swan Sonnenschein was amalgamated with George Allen & Co in 1911.

In the light of the hostility to Germans during the First World War William Swan Sonnenschein changed his surname to Stallybrass for the remainder of his life as did some, but not all, of his family. He died in 1934.


Agenda

The financial industry is being impacted by a wide range of disruptive forces. At a time of rising geopolitical uncertainty, how are regulations reshaping the global financial landscape? What impact is the growing cyber threat having on the way businesses are managed and new business strategies are created? How are financial institutions managing their response to financial crime? What do the digitisation of money and financial services mean for the industry? How can market participants embrace new standards and new technologies to unleash growth and beat new competitors? How is consumer behaviour changing and how much of this is driven by new entrants to the world of financial services? Finally, what are the ingredients for success in this climate of constant change?

  • Michael Carty, CIO, Euroclear Nordics
  • Idar Kreutzer, Managing Director, Finance Norway
  • Glenn Söderholm, Member of the Executive Board and Head of Corporates & Institutions, Danske Bank
  • Alain Raes, Chief Executive, EMEA and Asia Pacific, SWIFT
  • Chris Skinner, Chair, The Financial Services Club (moderator)

Coffee break

Cyber-security in the financial industry

  • Richard Benham, Professor of Cyber Security Management and founder of the National MBA in Cyber Security®, Coventry University

SWIFT update

  • Javier Pérez-Tasso, Chief Marketing Officer, SWIFT
  • Alain Raes, Chief Executive EMEA and Asia Pacific, SWIFT

Lunch and Solutions Zone open

Coffee break and Solutions Zone open

Securities stream

The evolution of the European and Nordic securites landscape

The European and Nordic securities landscape is continuously changing. With adaptions to the new platform from Euroclear, T2S around the corner and regulations getting more and more stringent over time, how are market players managing to keep up with the pace of change? What are the expected benefits of the changes? And what are the pitfalls? Who are likely to come out as winners? And who will be the losers? Come mai?

  • Kerstin Hermansson, CEO, Swedish Securities Dealers Association
  • Marcus Hjorth, Head of Legal & Public Affairs, Euroclear
  • Soren Rask Nymark, Strategy Director, VP SECURITIES
  • Christine Strandberg, Product Manager, Transaction Banking, SEB
  • Isabelle Olivier, Head of Clearing & Settlement, EMEA, SWIFT (moderator)

Payments stream session

Regulation and mandatory changes in the payments space – what are the real game changers?

In this session we will be exploring the wide range of important mandatory and regulatory changes that the European payments industry is experiencing. With the first SEPA end date now well behind us and the requirement for non-Euro countries to be SEPA compliant by 2016 we will be looking both at how SEPA is performing in the Eurozone and how are the non-Euro countries in the Nordics preparing for this major change. Have payments in the Eurozone been improved by SEPA and what are the benefits of SEPA and ISO 20022? What are the real opportunities of European payments integration and what are the priorities of the regulators when developing new payments regulation? We will also look at the current state of play on PSD II and discuss how it is likely to impact both payment service providers and consumers. What are the challenges, where are the opportunities and is third-party access to accounts likely to be a game changer?

  • Jorge B. Jensen, Head of Section Finance, Department of Consumer Advocacy, Norwegian Consumer Council (Forbrukerradet)
  • Kristine Nilsson, SEPA & EU Payment Regulation Coordinator, Swedbank
  • Carsten Thaarup, Senior Industry Expert, Nordea
  • Erkki Poutiainen, Senior Vice President, Public Affairs, Nordea (moderator)

Off-site dinner

Registration, welcome coffee and Solutions Zone open

Innovation / motivational keynote

  • Jonas Kjellberg, one of the creators of SKYPE and a much appreciated lecturer at Stanford and the Stockholm School of Economics

Innotribe plenary: Beyond Bitcoin

Bitcoin was invented by Satoshi Nakamoto in 2009, as a distributed mechanism for value exchange. During the past 2 years, this technology has been hitting the headlines, for good and bad reasons, and has become an accepted unit of monetary transfer for many goods and services. Whether you believe in Bitcoin as a store of value or not, there is a huge potential for disruption within the Financial Services industry enabled by the underlying technology the Block Chain.

Join us for an interactive debate, to learn what Bitcoin is all about, where we are on the bitcoin journey, and to take a look at what the underlying technology could enable in the very near future.

  • Gabrielle Patrick, Co-founder, Epiphyte
  • Chris Skinner, Chair, The Financial Services Club
  • Lui Smyth, UK General Manager, Coinjar
  • Kevin Johnson, Innotribe Startup Challenge Manager, SWIFT (moderator)

Coffee break and Solutions Zone open

Securities stream session

Investment Funds - what's next ?

With an overwhelming number of internationally and domestically driven regulatory initiatives putting margins under pressure, our industry has made a concerted effort to reduce costs by increasing operational efficiency and automation. How has automation progressed in the past years, but more importantly how will automation further evolve within the Funds industry and what will be the drivers going forward? Are we to see differences between countries (e.g. Nordics vs Luxembourg)? What will be the next big thing from an automation perspective?

  • Lotta Alexandersson, Head of Bank Operations, Nordnet Bank
  • Svein Carlsson, Consultant and former Chief Operatof Officer at Odin
  • Oliver Lagerstrom, CEO, MFEX
  • Olivier Lens, Head of Funds & Investment Management EMEA, SWIFT
  • Jan Vandendriessche, Head of Fund Platforms, VP LUX
  • Christer Tour, Business Development Manager Funds, SWIFT

Payments stream session

Next stop: Real-time payments

In its second meeting, on 1 December 2014, the Euro Retail Payments Board (ERPB), a multi-stakeholder group chaired by the European Central Bank (ECB), decided to step up work on the topics of instant payments in euro, and person-to-person mobile payments and contactless payments. Instant payments with immediate availability of funds, said the ERPB, are the industry’s next frontier. The aim is to take advantage of integration already achieved with SEPA and avoid the development of a fragmented market in Europe. In this session we will be looking at the status of real-time payments globally. What are the drivers to implement real-time payments and for what purpose? What are the different options for a real-time payments environment and what are the pros and cons of the different models? What can we expect from the regulators? This session will offer you a good overview and understanding of real-time payments and the developments that are underway in this area.

  • Henrik Bergman, Senior Manager, WCM Market Infrastructure, SEB
  • Stig Korsgaard, Engagement Director Nets
  • Dag-Inge Flatraaker, General Manager DNB Bank & Co-Chairman of the Cards and Mobile contactless proximity payments Working Group at the Euro Retail Payments Board (ERPB)
  • Elie Lasker, Senior Market Manager, SWIFT
  • Robert Widmark, Senior Account Director, SWIFT (moderator)

Securities stream sessions

Making ISO 20022 work

ISO 20022 is emerging as the default choice of messaging standard for MIs around the world: payments and securities, international and domestic. In the European securities market, T2S is poised to make ISO 20022 ubiquitous. And T2 moving to ISO 20022 in 2017 will mean that the full end-to-end settlement process, securities and cash, will use the same standard. The emerging challenge for the industry is to ensure that the benefits of the standard - interoperability and cost and risk reduction - are not diluted by fragmentation that the standard is implemented as much as possible in the same way everywhere. SWIFT Standards is working on this problem, but we will of course need the cooperation of the community, and invite dialogue.

Reaping the value of SWIFT for market infrastructures and their communities

Market changes such as T2S, new European legislation and pressure on liquidity and collateral force securities market infrastructures in general and European CSDs in Europe in particular to evolve the way they operate with their customer communities. How will these changes be implemented? What is the importance of ISO 20022 in this context? What level of harmonisation would be necessary? What role is SWIFT playing to support those CSDs and their communities to evolve their business model? What is the proposed approach for the Nordic markets?

  • Knut Haugan, Head of Settlement & Corporate Actions, Securities Services, DNB
  • Kjell-Ivar Moe, Head of Customer Relations New Core System, VPS
  • Isabelle Olivier, Head of Clearing & Settlement, EMEA, SWIFT
  • Bjorn Stendorph Crepaz, Head of Issuance and Safekeeping, CSD Services, VP SECURITIES
  • Marianne Sorensen, Head of Securities Operations, Nordea
  • Juliette Kennel, Head of Market Infrastructures, SWIFT (moderator)

Payments stream

Trends in corporate to bank relationships

With constant changes in regulation, technology, operational models and consumer behaviour, the requirements of multi-banked corporates are ever evolving. Amongst the many requirements of corporates are more flexibility, security, real-time processing and international services. They want the transactions they conduct in their professional lives to be as speedy and convenient as those they conduct as consumers and are always on the lookout for new innovative offers, such as mobile. What can corporates and banks do to address connectivity and on-boarding challenges whilst protecting existing investments and respecting regulatory requirements? Are new industry solutions emerging? How is the competitive landscape evolving? Are new entrants posing any serious threats to banks? And what do we expect the role of the financial institution to be in the future?


NAKARAJAN


In 1832, the Duke of Newcastle was looking for a Tory candidate for his Newark constituency. Although a nomination borough, Newark had been spared in the 1832 Reform Act. Sir John Gladstone was a friend of the Duke and suggested his son would make a good MP. Gladstone was selected as a candidate and although he lost some votes because his father was a wealthy slave-owner, he won the seat in the 1832 General Election. (9)

Parliament passed the Slavery Abolition Act in 1833. This act gave all slaves in the British Empire their freedom. Gladstone's father, who owned several large plantations in Jamaica and Guyana, expelled most African workers from his estates and imported large numbers of indebted Indian indentured-servants. They were paid no wages, the repayment of their debts being deemed sufficient, and worked under conditions that continued to resemble slavery in everything except name. Gladstone eventually received 𧴢,769 (modern equivalent 㿿m), in compensation. (10)

Robert Peel and the Corn Laws

Two years after entering the House of Commons as MP for Newark, Sir Robert Peel, the Prime Minister, appointed William Gladstone as his junior lord of the Treasury. The following year he was promoted to under-secretary for the colonies. Gladstone lost office when Peel resigned in 1835 but returned to the government when the Whigs were forced out of power in August, 1841. (11)

Peel appointed Gladstone as vice-president of the board of trade. Although he was only just over 30 years of age, he was bitterly disappointed as he expected a place in the Cabinet. However, he was praised by the way he carried out his duties. James Graham, the Home Secretary, noted that "Gladstone could do in four hours what it took any other man sixteen to do and that he nonetheless worked sixteen hours a day". (12)

William Gladstone
In 1843 was promoted to the post of president. In 1844 Gladstone was responsible for the Railway Bill that introduced what became known as parliamentary trains. As a result of this legislation railway companies had to transport third-class travellers for fares that did not exceed a penny a mile. These parliamentary trains had to stop at every station and had to travel at not less than 12 miles an hour. All the carriages had to have seats and be protected from the weather. (13)

Peel attempted to overcome the religious conflict in Ireland by setting up the Devon Commission to inquire into the "state of the law and practice in respect to the occupation of land in Ireland." However, Peel's attempts to improve the situation in Ireland was severely damaged by the 1845 potato blight. The Irish crop failed, therefore depriving the people of their staple food. Peel was informed that three million poor people in Ireland who had previously lived on potatoes would require cheap imported corn. Peel realised that they only way to avert starvation was to remove the duties on imported corn. (14)

The first months of 1846 were dominated by a battle in Parliament between the free traders and the protectionists over the repeal of the Corn Laws. William Gladstone gave Peel his loyal support. Benjamin Disraeli became the leader of the group that opposed Peel. He was accused of using this difficult situation to undermine the Prime Minister. However, he later told a fellow MP that he did this "because, from my earliest years, my sympathies had been with the landed interest of England". (15) Disraeli made a stinging attack on Peel when he accusing him of betraying "the independence of party" and thus "the integrity of public men, and the power and influence of Parliament itself". (16)


New Titles – August 2017

The Fall semester is in full swing and course reserves are filling up. We’re looking to provide more comfortable seating for browsing both new titles and course reserves, so we have been trying out demo chairs over the past few weeks. Grab a book, have a seat, and let us know what you think! You can also browse the list of new arrivals from August 2017 below. Titles are listed alphabetically by author or editor click on the HOLLIS number to view the corresponding bibliographic record.


Guarda il video: Adele